Google-Fitbit, il messaggio ottimista di James Park






Conclusa l’acquisizione da parte di Google, il fondatore di Fitbit James Park rassicura i clienti storici del pioniere dei wearable

Così, il fondatore di Fitbit James Park racconta il momento storico della definitiva acquisizione da parte di Google.

“Oggi ti scrivo per comunicarti che Fitbit ora fa ufficialmente parte di Google. È un momento incredibilmente emozionante per noi come azienda e per la nostra community di utenti Fitbit in tutto il mondo.

Quando 13 anni fa io ed Eric abbiamo fondato Fitbit, avevamo un’idea semplice ma audace: aiutare tutti a vivere una vita più sana. Dalla spedizione del primo tracker nel 2009 ad oggi, abbiamo venduto più di 120 milioni di dispositivi in oltre cento Paesi e la nostra missione non è cambiata.

Al contrario: milioni di persone come te si sono unite a noi e hanno trasformato Fitbit in un vero e proprio movimento che può cambiare la vita. In alcuni casi, i nostri utenti ci hanno raccontato storie di come la nostra idea abbia addirittura contribuito a salvato delle vite. Insieme, abbiamo accumulato 275 trilioni di passi e registrato oltre 15 miliardi di ore di sonno.

L’avventura Fitbit continua

Questo è solo l’inizio: entrare a far parte della famiglia Google significa che possiamo fare ancora di più per ispirarti e motivarti nel tuo percorso verso una vita più sana. Saremo in grado di rispondere alle tue esigenze di benessere e forma fisica con tempi di innovazione più rapidi, una maggiore offerta di funzioni e prodotti ancora migliori.

Da soli, ci siamo spinti oltre i limiti di ciò che era possibile ottenere con un dispositivo da polso, introducendo novità del tutto nuove come la rilevazione del battito cardiaco, del sonno e il monitoraggio dello stress. Con l’accesso alle straordinarie risorse, alle conoscenze e alla piattaforma globale di Google, le possibilità sono davvero illimitate.

Sono convinto che questa acquisizione darà vita a incredibili opportunità. Ma voglio anche che tu sappia che molte delle cose che conosci e ami di Fitbit non cambieranno. Porteremo avanti il nostro impegno nel fare ciò che è giusto, mettere la tua salute e il tuo benessere al centro di tutto ciò che facciamo e offrire una piattaforma accessibile sia su Android sia su iOS.

La fiducia non verrà tradita

La fiducia dei nostri utenti rimarrà un aspetto fondamentale, e continueremo a mettere al primo posto la privacy e la sicurezza dei dati, garantendoti il controllo completo sui tuoi dati e la massima trasparenza su quali raccogliamo e perché. Google continuerà a proteggere la privacy degli utenti Fitbit e ha assunto una serie di impegni vincolanti con le autorità mondiali di regolamentazione, confermando come i dati relativi alla salute e al benessere degli utenti Fitbit non saranno utilizzati per gli annunci e verranno tenuti separati dagli altri dati degli utenti.

Google ha inoltre affermato di voler continuere a consentire agli utenti Fitbit di collegarsi ai servizi di terze parti. Ciò significa poter continuare a collegare l’account Fitbit alle app preferite per il fitness e la salute. Questi e altri impegni di sottolineano perché Google è un partner ideale, grazie al quale continueremo a mettere i nostri utenti al primo posto e a contribuire alla nostra missione di rendere tutti nel mondo più sani”.

James Park
CEO, Presidente e Co-fondatore Fitbit


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.