Pronti allo scatto, con gli Evad-1 la corsa entra nel vivo

Una visione di smartglasses tutta orientata alla pratica sportiva, con un impatto minimo su peso e ingombro e libertà di connessione alle app

Arriva dalla Francia un nuovo contendente nel mercato ancora ristretto ma promettente degli smartglasses a vocazione sportiva. Evad-1 è infatti il progetto sviluppato da Julbo, pronto a visualizzare informazioni direttamente sulla lente degli occhiali.

Anche se ancora coperto da qualche alone di mistero in attesa della presentazioni ufficiale nei prossimi giorni a Parigi in occasione di Silmo, la fiera dell’ottica, Evad-1 presenta già alcune interessanti differenze rispetto ad altri modelli simili finora  proposti.

Smartglasses a vocazione sportiva

Tanto per cominciare, gli smartglasses si presentano più versatili e soprattutto più affini a dei normali occhiali tecnici. A prima vista infatti, la componente di tecnologia, appare molto bene integrata nella montatura, senza appesantire le linee più del necessario.

Per quanto comunicato dall’azienda, questo grazie anche a funzioni ridotte all’essenziale. Vale a dire, senza la componente multimediale dedicata alla gestione di chiamate e all’ascolto di musica.

Diversa quindi anche la destinazione di uso. Al fianco di corsa e ciclismo, Evad-1 si candida infatti ad accessorio indispensabile pensato per qualsiasi disciplina dove velocità e altri dati statistici sempre a portata di vista possano trasformarsi in un vantaggio.

Gli smartglasses Julbo infatti, indicano velocità, distanza, dislivello e battito cardiaco direttamente sulla lente. Gli Evad-1 adottano la tecnologia Activelook sviluppata da Microleed, società di Grenoble.

Il proiettore è racchiuso in un modulo abbastanza piccolo e leggero da poter essere integrato nella montatura senza disturbare i naturali movimenti e senza diventare fastidiosi durante lo sforzo prolungato, Questa almeno, la promessa Julbo.

Flessibilità e praticità

La trasmissione dei dati avviene naturalmente via Bluetooth dallo smartphone. Aspetto interessante, la scelta non è stata esclusivamente quella di un’app dedicata, ma la possibilità sempre grazie alla tecnologia Activelook, di connessione alle principali app diffuse tra gli sportivi. Inoltre, gli smartglasses possono essere abbinati a smartwatch dotati di GPS e ad altri dispositivi come i ciclocomputer.

Julbo ha considerato anche alcuni aspetti riconducibili alla sicurezza. La visualizzazione dei dati sulla lente è opzionale. In ogni caso, se attivata non ostacola il campo visivo, perché la sovrapposizione è una modalità quasi trasparente, una sorta di realtà aumentata.

Evad-1 utilizza lenti fotocromatiche Reactiv Performance di categoria 1-3, adatte a qualsiasi condizione meteorologica. Il peso complessivo è di 35 grammi, in linea con occhiali sportivi tradizionali, mentre le stanghette sono regolabili.

Con un’autonomia dichiarata di 12 ore, gli Evad-1 non arriveranno i negozio prima della prossima primavera, a un prezzo ancora da definire. Tra i principali rivali, dovranno vedersela con i già affermati Everysight Raptor AR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.