L’evoluzione HeartGuide mette sotto pressione il mercato smartwatch






Omron trasforma i classici rilevatori di pressione a fascia in uno smartwatch a tutti gli effetti, capace di leggere la pressione

Nella sfida per portare gli smartwatch a livello di telemedicina entra anche Omron, ampliando il terreno di  gioco oltre le misurazioni ormai note di saturazione del sangue o elettrocardiogramma. HeartGuide infatti, viene presentato come il primo dispositivo per la misurazione della pressione sanguigna indossabile, proposto appunto sotto forma di orologio da polso.

Per riuscirci, Omron ha dovuto fare ricorso a oltre ottanta nuovi brevetti, riguardanti componenti e tecnologia necessaria a raggiungere il livello di miniaturizzazione desiderato senza compormettere l’attendibilità.

Aspetto molto importante, il dispositivo è già stato approvato dalla FDA ed è disponibile negli Stati Uniti. Anche se per il mercato europeo si tratta di aspettare i tempi più lunghi necessari per le relative certificazioni, la prospettiva è comunque di una novità non molto lontana.

Il bracciale si nasconde dentro il cinturino

Il dispositivo lanciato ufficialmente al CES dopp un annunco a fine 2018, sfrutta la  tecnologia oscillometrica per la misurazione della pressione arteriosa attraverso  le polsiere tradizionalmente utilizzata da un medico, nel rispetto dello standard dettato dalla FDA.

Omron però è riuscita a trasformare tutto questo in un orologio da polso dall’aspetto comune, curando anche il design. HeartGuide utilizza infatti un bracciale gonfiabile all’interno del cinturino attraverso il quale effettuare la lettura della pressione. Elemento utile a distinguere questo strumento da altri dispositivi indossabili basati sulla tecnologia dei sensori, dai quali si ricava solamente la pressione sanguigna.

A seconda della frequenza di utilizzo, HeartGuide ha una carica sufficiente per almeno due giorni e mediamente fino a tre. Poco meno di un comune smartwatch ma sempre sufficiente per un uso regolare.

Oltre alla pressione sanguigna, HeartGuide offre naturalmente  tutte le comuni funzionalità di uno smartwatch. Quindi, visualizzazione  e-mail, chiamate e notifiche. Spazio inevitabilmente al monitoraggio del sonno e al fitness, con tracciamento attività fisiche, conteggio passi,  registrazione corsa, calorie bruciate e distanza percorsa.

Questione di salute, e di prezzo

Oltre alla indiscussa praticità, diversi i vantaggi di un sistema da polso. Il collegamento all’app permette infatti di tenere a portata di mano lo storico dei rilevamenti e segnalare per tempo qualsiasi tipo di anomalia o segnale di allarme. Informazioni condivisibili con i medici curanti.

Il dispositivo Omron prevede un display transflettivo retroilluminato a colori da 48 cm di diametro, cassa compresa. Alto 14, mm, il HeartGuide paga inevitabilmente pegno sul peso di 115 grammi. Per il mercato statunitense, il prezzo è al momento di 499 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *