Dove l’occhio non può arrivare, con MyEye basta un dito

L’innovativa telecamera per occhiali OrCam traduce scritte in audio, aiuta negli acquisti e riconosce le persone

Finché si tratta di miopia, presbiopia o gli altri disturbi leggeri della vista, un paio di occhiali rappresentano la soluzione scontata e ideale. Il problema è quando i difetti vanno oltre, con difficoltà tali da produrre un impatto sulla vita di tutti i giorni. Lenti graduate spinte all’estremo, lenti  di ingrandimento vere e proprie e ogni altro accorgimento, oggi raramente offre soluzioni prive di compromessi importanti.

Ora però la soluzione può cambiare,anche per chi è del tutto non vedente. OrCam MyEye è infatti una minuscola telecamera adattabile a qualsiasi montatura di occhiali, associata a un sistema pronto a superare i problemi alla vista trasformando scritte, oggetti e persone in messaggi vocali.

Immesso ufficialmente sul mercato italiano solo dopo una fase di test affidata all’Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti, OrCam MyEye è un sistema indossabile grazie al quale poter leggere giornali, libri, scritte in genere e riconoscere i volti in modo decisamente più naturale delle attuali soluzioni.

Installata sulla stanghetta, la minuscola telecamera è collegata a una piccola unità centrale, non più grande di uno smartphone di media dimensione. Questa, serve a ricevere i segnali visivi, mettendo a fuoco il punto indicato dal soggetto. Le scritte vengono quindi riconosciute e trasmesse in audio, seguendo anche il movimento degli occhi.

Alla base di tutto, OrCam: algoritmo di riconoscimento visivo, prodotto dall’omonima azienda israeliana. Una realtà non nuova a soluzioni tecnologiche innovative, fondata nel 2010 da Amnon Shashua, ricercatore e professore presso la Hebrew University di Gerusalemme.

OrCam MyEye non si limita però al supporto nella lettura. È infatti in grado anche di riconoscere i volti. Al primo incontro è sufficiente memorizzare i tratti della persona (fino a 100 soggetti), per far sì che da quel momento in poi la sua presenza venga segnalata. Altro aspetto sottolineato dall’azienda, il supporto in fase di acquisti. Il riconoscimento della somma da pagare e delle relative banconote, combinato alla memorizzazione della propria carta di credito, evita malintesi o brutte esperienze.

In sostanza, come ci tiene a sottolineare la stessa OrCam, una soluzione per riavere la propria indipendenza, qualcosa della cui importanza spesso ci si rende conto solo quando costretti a farne a meno. Un bene probabilmente superiore anche al prezzo non certo indifferente di 3.900 euro

Pubblicato il: 25 ottobre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.