La nuova coppia Fitbit porta i tracker Inspire a braccetto






Due versioni all’insegna di un buon compromesso tra costo e prestazioni, con tutte le funzionalità di base e qualcosa di più, anche nel design

L’ultima serie di annunci Fitbit dimostra quanto sia ancora importante il settore dei tracker, nonostante l’avanzata degli smartwatch. Secondo una ricerca IDC infatti, le spedizioni globali di dispositivi indossabili raggiungeranno 189 milioni di unità entro il 2022, rispetto alle 125 milioni di unità del 20182.

Se la crescita resta trainata dagli smartwatch, proprio i tracker continueranno a ricoprire un ruolo importante nel mercato. Esattamente questo ha portato Fitbi a ribadire il proprio ruolo con una doppia novità.

Il tracker si fa in due

Da una parte, il più completo Inspire HR, tracker incentrato naturalmente su rilevamento continuo del battito cardiaco. Offre rilevazione automatica di tutte le attività giornaliere, cercando però di andare oltre e rispondere alle esigenze di chi non vuole impegnarsi in uno smartwatch sia per costi sia per modalità d’uso.

Quindi, dispositivo leggero, pratico e nonostante questo, eredita dalla categoria superiore le diverse modalità di allenamento basate su obiettivi e il GPS condiviso, oltre a sessioni di respirazione guidata.

Il tutto, senza trascurare il design, pensando a un dispositivo comunque indossabile in ogni momento della giornata. Aspetto più interessante, la conferma della tendenza al ribasso per i prezzi di listino. Inspire HR costa infatti 99,99 euro.

Fitbit Inspire HR

La porta di accesso al mondo tracker

Per chi però chiede ancora di più in termini di spesa, Fitbit ha deciso di proporre anche una versione base di Inspire. A questo punto, il costo di 69,99 euro diventa a tutti gli effetti l’aspetto più importante da sottolineare. Una proposta rivolta soprattutto a chi non ha mai sperimentato i potenziali benefici di un tracker e vuole valutarli di persona prima di affrontare una spesa maggiore.

Le funzioni però, sono veramente ridotte all’essenziale. In pratica, contapassi e monitoraggio di base del sonno. Fermo restando, le analisi disponibili via app, comprese quelle dedicate alle donne e le notifiche da smartphone. Conservando anche qualche spazio di personalizzazione del display.

Fitbit Inspire

Considerata la differenza di prezzo, sembra comunque realistico ipotizzare un maggiore consenso nei confronti di Inspire HR, anche se resta apprezzabile l’impegno Fitbit nell’offrire una soluzione per ogni possibile esigenza e disponibilità di spesa.

Ampia infine la scelta tra gli accessori. Inspire HR è disponibile nei colori nero, lilla e bianco. Inspire invece prevede la scelta tra nero e sangria. La linea di accessori Classic è composta da cinturini realizzati in silicone resistente alle macchie nei colori Nero, Lilla e Bianco, e nelle trame stampate Bloom (Lilla) e Deco (Rosa chiaro). Gli accessori più pregiati invece  includono cinturini in pelle Horween, tra cui versioni a doppio giro in pelle saffiano e bracciali in maglia milanese in acciaio inossidabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *