Aspettando Vision Pro, visionOS 2 fa cose spaziali

Aspettando Vision Pro, visionOS 2 fa cose spaziali

Con il primo allargamento di mercato per Vision Pro, Italia esclusa, Apple approfitta per aggionare visionOS 2 con novità a effetto

Come annunciato, prima di vedere Vision Pro in Italia sarà necessario aspettare ancora qualche tempo. Nel frattempo però, Apple approfitta del primo allargamento di mercato del visore per un primo aggiornamento del software vision OS 2.

Diverse le novità e gli aggiustamenti del sistema operativo dopo la prima fase di prove sul campo. Tra quelle più interessanti, la possibilità di creare foto spaziali con le immagini già presenti nella propria libreria.

La nuova dimensione delle immagini

Per foto spaziali, Apple intende in pratica una versione aggiornata dell’effetto ottico in grado di dare una sensazione di profondità alle immagini abituali. Il passo in avanti di visionOS 2 sulla resa visiva è stato possibile grazie a nuove capacità di machine learning, utili a convertire le immagini 2D nel nuovo formato. Figure potenzialmente condivisibili, ma naturalmente solo con altri utenti in possesso del visore Apple, nel tentativo quindi di attirare maggiore utenza.

Ripercussioni di questa novità anche sulla parte video, con la possibilità di dare una sensazione più immersiva ai filmati registrati, quasi come fosse possibile un viaggio a ritroso nel tempo, immergendosi nelle scene passate.

Una funzione pensata per attirare anche il mondo professionale, grazie all’accordo con Canon dal quale è in arrivo un obiettivo dedicato per le macchine fotografiche della serie EOS R7, e alle nuove funzioni di Final Cut.

Maggiore libertà di controllo

Rivisti anche i gesti per il controllo delle operazioni. L’obiettivo in questo caso è semplificare la vita all’utente, non necessariamente in modo plateale come visto sulle prime demo di Vision Pro, ma puntando più alla praticità.

L’interfaccia di visionOS 2 può ora essere controllata con gli occhi, le mani e la voce. I nuovi gesti sono stati studiati per di visualizzare a colpo d’occhio informazioni come l’ora e il livello di carica della batteria, ma anche per regolare il volume.

Infine, Apple ha pesato di lasciare all’utente di Vison Pro maggiore libertà d’azione nel gestire l’interfaccia. Quindi, possibilità di posizionare le icone delle app a piacere, migliore supporto quando si è in movimento, nel tentativo di superare alcuni limiti emersi dalle prime impressioni sul campo.

Agli appassionati di sport, quello visto in televisione o in streaming, sarà infine particolarmente gradita la possibilità di vivere ancora più da vicino gli eventi preferiti, anche se non subito. Prossimamente è infatti prevista una modalità per guardare fino a cinque contenuti contemporaneamente.

Pubblicato il 13/6/2024

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verified by MonsterInsights