Gli sport watch tengono in forma il mondo wearable






Trainata dalla passione e dalle novità, la vendita di sport watch continua a crescere anche di fronte alle difficoltà

Lo sport resta una delle leve principali per l’acquisto il passaggio a un modello superiore di smartwatch. Se la salute è uno dei settori sui quali la ricerca crede maggiormente in prospettiva futura, il presente resta legato al tracciamento dell’attività fisica, fosse anche solo una semplice passeggiata.

Di conseguenza, il mercato classificato come quello degli sport watch resta tra i principali punti di riferimento. Caso mai ce ne fosse bisogno, confermato dai rilevamenti Research And Market.

Si parla infatti di vendite pari a 25,6 miliardi di dollari nel 2021, in costante crescita fino a raggiungere i 54,9 miliardi di dollari entro il 2031. In pratica a raddoppiare il volume degli incassi nel giro di un decennio.

Con uno sport watch, più forti delle avversità

Se fino a pochi anni fa si poteva parlare di un traguardo relativamente facile da raggiungere, considerando le cifre contenute di partenza, ora la questione inizia a farsi più interessante.

Oltre a fattori fisiologici, come la difficoltà di conservare percentuali di crescita su numeri sempre più grandi, la progressione regolare deve fare i conti con una situazione sfavorevole sotto diversi punti di vista.

Se per gli smartwatch e i wearable in generale la pandemia si è tradotta in una spinta, l’invasione dell’Ucraina e le ripercussioni sull’economia globale rendono la sfida molto più impegnativa.

In particolare, uno sport watch deve andare incontro a esigenze maggiori. Non può limitarsi ad aspetti come design e materiali in un’ottica di moda e gusto degli utenti. Deve infatti soddisfare esigenze più articolate.

Dove uno smartwatch non basta più

A partire da una maggiore precisione nel tracciamento delle attività fisiche, imprescindibili dalla presenza di un GPS integrato, e maggiori funzioni di analisi dettagliate. Inoltre, essere affidabile in condizioni più estreme e anche più pratico all’uso, per esempio con l’uso di guanti o nel mezzo di una tempesta di sabbia.

Anche se solo una parte della domanda globale, la richiesta di sport watch resta alta e in crescita. In particolare, negli USA Pew Research Center ha rilevato come un abitante su cinque li usi ormai regolarmente dal 2019.

Per definizione, un pubblico anche più attento alle novità. Quindi, anche più portato a cambiare con maggiore frequenza il proprio dispositivo di fronte alla possibilità di sfruttare nuove funzioni.

Tra chi ha saputo fino a oggi cogliere al meglio questa opportunità, i soliti noti. Prima di tutto Garmin, quando si parla di sport watch protagonista di buona parte delle scelte, grazie anche  un’offerta ampia come nessun altro. Oltre naturalmente a strategie di marketing dall’indiscusso successo.

Nonostante non si possa considerare il più versatile in materia, da notare come anche Apple Watch in realtà raccolga attenzione da parte degli sportivi. In entrambi i casi infatti, l’impulso della pandemia sulle vendite calcolato da Research And Market tra chi li utilizza come supporto all’attività fisica è del 20%.

Pubblicato il 28/11/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: