L’inchiostro smart cambia veste allo sport






Al posto di sensori o filamenti conduttivi, l’inchiostro smart apre le porte alla nuova generazione di abbigliametno sportivo

Tra le nuove frontiere del mondo wearable, l’abbigliamento smart è tra le più ricercate da chi investe in ricerca. A tutt’oggi però, restano da superare limiti importanti sull’integrazione dei sensori e la relativa elettronica. Per quanto leggera e miniaturizzata, ancora troppo ingombrante e delicata.

La prospettiva di raccogliere dati attraverso un tessuto smart attrae soprattutto il mondo dello sport. Per quanto sofisticati, smartwatch, cardiofrequenzimetri e simili, sono limitati. La possibilità invece di fruttare ogni punto del corpo per leggere il dato desiderato apre le porte a nuove applicazioni e quindi a nuove prestazioni.

Risultati da record con l’inchiostro smart

Un importante passo in avanti è stato raggiunto dal National Research Council of Canada, il cui  Advanced Electronics and Photonics Research Centre in collaborazione con il Taiwan Textile Research Institute è a buon punto nella possibilità di trasformare in sensori i filati per realizzare l’abbigliamento tecnico.

Aspetto ancora più interessante, non cercando di rendere sottili e flessibili a sufficienza materiali conduttori come si è cercato di ottenere fino a oggi, ma passando direttamente da un inchiostro smart. Una nuova composizione con adeguate capacità conduttive, permette in pratica di trasformare in sensori e circuiti intere magliette, costumi da bagno, calze, pantaloni e qualsiasi altro vestiario.

Praticamente invisibile

In questo modo le caratteristiche dei materiali tecnici di base restano invariate. Aspetti fondamentali nello sport come elasticità, aderenza, resistenza e tenuta non verrebbero modificati dall’inchiostro smart.

Una garanzia anche per sempre delicate fasi di lavaggio quando di mezzo ci sono tradizionali sensori, da rimuovere o proteggere in modo adeguato.

I primi test si sono rivelati incoraggianti. Senza risparmiarsi su momenti impegnativi per un capo di abbigliamento come strizzatura, allungamento, piegamento, sfregamento ed esposizione agli elementi, le prestazioni dal punto di vista della raccolta dei dati non hanno registrato cambiamenti significativi.

Ora, si passerà alla fase più impegnativa. Riuscire a mantenere la stessa affidabilità in una produzione in serie dell’inchiostro smart. A occuparsene sarà San Fang Industry Chemical, tra le altre cose uno dei principali fornitori di Nike.

Pubblicato il 11/8/2022


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: