Negli AirPods 3 tracce evidenti della versione Pro, o quasi






Nella nuova generazione degli AirPods 3 Apple inserisce audio spaziale ed equalizzazione attiva, ma non aggiorna la cancellazione del rumore

Attesi per lo scorso mese, rimandati non senza qualche perplessità, in realtà non è stato necessario attendere molto per vedere la nuova versione degli AirPods 3. Come capita spesso in casa Apple, in pratica soprattutto una via per abbassare il prezzo di listino senza farlo ufficialmente

Gli AirPods 3 infatti, restano allineati ai 199 euro della generazione precedente. In cambio però, funzioni e caratteristiche tecniche finora disponibili sulla versione Pro. Altro aspetto interessante, anche se con linee ormai non più così attuali, gli AirPods 2 passano a 149 euro.

Qualità da Pro, ma pericolo di caduta

Rinnovata l’estetica , restano però alcuni dettagli a segnare la differenza di prezzo, a partire dai tamponi, non in silicone ma in plastica. Come i più attenti hanno già fatto notare, questo comporta la mancata possibilità di sfruttare la funzione per trovare l’adattatore più idoneo alla conformazione del proprio orecchio e ridurre quindi il rischio di perdere un auricolare.

D’altra parte, si può ora contare su funzioni come l’audio computazionale con equalizzazione adattiva e la qualità sonora spaziale di Dolby Atmos. Resta invece esclusiva della versione Pro la cancellazione attiva del rumore, per cui bisogna accontentarsi di quella passiva.

L’equalizzazione adattiva permette di regolare il suono in tempo reale in base all’aderenza alle orecchie dell’utente. Il microfono rivolto verso l’interno rileva il suono e la funzione regola le frequenze basse e medie per compensare le potenziali perdite di segnale a seconda di come siano inseriti gli auricolar.

AirPods 3 Più corti e aggraziati

Sul fronte estetico le novità degli AirPods 3 sono ben visibili a partire dalle forme, con linee più arrotondate e soprattutto accorciata la parte inferiore. Questo non impedisce di sfruttare il sensore di pressione disponibile per gestire la riproduzione.

All’interno, il chip H1 unito a un sistema acustico riprogettato punta a migliorare la resa sonora. Grazie anche grazie a un driver su misura affiancato da un amplificatore ad alta gamma dinamica. Il microfono è rivestito da una rete acustica pensata per ridurre il rumore del vento,

Passi avanti infine nell’autonomia. Per gli AirPods 3 Apple dichiara fino a sei ore di autonomia in ascolto e fino a quattro ore in conversazione. La custodia di ricarica permette di arrivare fino a un totale di trenta ore complessive.


Pubblicato il 19/10/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: