Trasparenza e qualità, ear (1) lancia la rivoluzione degli auricolari

Design particolare e sorpattutto tanta qualità, la promessa Nothing per gli auricolari toal wireless ear (1)

Prima ancora delle caratteristiche tecniche, comunque fondamentali, nell’affollato settore degli auricolari total wireless è importante riuscire a scovare qualche accorgimento a livello estetico.  Un’impresa nella quale Nothing ha buone probabilità di riuscirci con in nuovi ear(1).

Particolari non solo nel nome, aggiustato all’ultimo momento dal più anonimo Ear 1, i nuovi hearable sono infatti assemblati in un guscio trasparente. Così come a suo tempo Apple ha aperto la strada ai dispositivi bianchi, ora l’idea è rilanciare la sfida sul design.

Nothing lo fa senza nascondere le ambizioni. A partire da un gruppo di fondatori e finanziatori di primo piano, pronti a credere  nel progetto di Carl Pei, fuoriuscito da One Plus e ora intenzionati a cambiare le regole del settore.

Vinta la sfida del design, ora da ear (1) si aspetta la qualità

Perché una volta conquistata l’attenzione del pubblico, gli ear (1) saranno presto chiamati ad affrontare la sfida sulla qualità, altro punto fermo delle strategie Nothing.

In più, con l’obiettivo dichiarato di “rimuovere le barriere tra le persone e la tecnologia per creare un futuro digitale senza soluzione di continuità che sembra, si vive e si percepisce come niente”.

Per gestire le chiamate, missione affidata alla tecnologia Clear Voice e a tre microfoni ad alta definizione per garantire che la voce suoni naturale. Durante una conversazione, algoritmi avanzati fanno riferimento a un milione di combinazioni di voce e suoni, compreso il vento fino a 40 km/h per isolare e amplificare la voce.

Anche le forme e la grafica del marchio sono decisamente originali. Mentre la seconda rispolvera uno stile pixellato alle origini del digitale, le prime si presentano un po’ più grandi della media. Effetto di una sorta di combinazione tra auricolati total wireless con appendici e quelli senza.

La leggerezza dell’ascolto

Se il volume risultante può apparire più vistoso, il peso resta comunque limitato a 4,7 grammi per unità. Abbastanza per contenere comunque driver da 11,6 mm, compresi i tre microfoni per la cancellazione del rumore attiva.

Sono cinque le ore di ascolto dichiarate da Nothing, in grado di salire a 34 ore sfruttando la ricarica integrata nella custodia. Trasparente come gli ear (1), a simboleggiare anche il desiderio dell’azienda di non nascondersi.

Non si parla ancora con precisione di prezzi e tempi. Dai movimenti Nothing però, l’annuncio ufficiale è ormai imminente. Da non escludere, sfruttando la scia dei grandi eventi Samsung ed Apple attesi per le prossime settimane.

Aggiornamento del 28/7/2021

Come riporta Engadget, il lancio ufficaile degli ear (1) è previsto per il 17 agosto. A partie dal 31 luglio, si potrà provare a conquistare una delle versioni in anteprima. Molto interessante anche il prezzo, indicato in 99 dollari.


Pubblicato il 28/7/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: