Arriva AssistiveTouch, il bel gesto Apple per usare Watch






Tra le nuove funzioni Apple per chi ha problemi motori, AssistiveTouch permette di usare Watch leggendo i movimenti di mano e polso

Anche chi ha problemi di mobilità agli arti superiori, presto sarà comunque in grado di sfruttare i benefici di Apple Watch. L’azienda sta infatti mettendo a punto una nuova serie di funzioni software al servizio di un utilizzo più esteso di tutti i propri dispositivi, tra cui AssistiveTouch.

Nel caso di Watch, l’idea è permettere di riuscire a gestire le schermate anche senza necessariamente dover usare l’interfaccia touch. AssistiveTouch è appunto la via scelta per sfruttare i movimenti di polso e mano e tradurli in comandi.

Più in generale, sarà possibile interagire con iPad attraverso semplici movimenti degli occhi, mentre un’interfaccia vocale bidirezionale abbinata alla modalità VoiceOver aiuterà a usare iPhone anche chi soffre di problemi alla vista.

Un importante passo in avanti per l’accesso alle tecnologie Apple, previsto già entro la fine dell’anno. Unico rammarico, per l’Italia ci sarà da aspettare un po’ più di tempo. Al momento infatti, il nostro Paese è fuori dalla lista dei primi destinatari. Oltre agli USA infatti, si parla solo di Gran Bretagna e Francia.

Basta un gesto per usare Watch

Nel frattempo però, si può già iniziare ad analizzare il potenziale di AssistiveTouch. L’aspetto interessante è che si tratta di un intervento prevalentemente software, destinato cioè a essere introdotto con un aggiornamento su watchOS.

Sfruttando i sensori già presenti nello smartwatch, accelerometro e giroscopio, in combinazione con l’altro sensore ottico per la frequenza cardiaca, i progettisti Apple riescono a interpretare i diversi movimenti dei muscoli e tendini di mano e polso.

Abbastanza da tradurli in comandi per muoversi all’interno dell’interfaccia. Sul display appare infatti un cursore; a seconda del gesto, chiusura del pugno semplice o ripetuta, movimenti predefiniti delle dita o del polso, questo si muove sulle app o sui dati al suo interno, cambia schermata, risponde a una chiamata o visualizza una notifica.

In più, la possibilità di personalizzare l’interfaccia gestuale. Sarà quindi possibile assegnare a un determinato movimento, quello preferito o il più agevole per chi accusa limiti, l’operazione desiderata. Tutto questo, naturalmente sempre senza dover agire con l’altra mano.

Il meglio del mondo Apple anche senza mani

Si presentano decisamente interessanti anche le altre nuove modalità di interfaccia studiate da Apple. Per esempio, iPad sarà in graod di seguire il movimento degli occhi sfruttando la telecamera frontale. Si potrà così mettere in standby quando lo sguardo viene distolto, o selezionare le icone semplicemente fissandole.

Per analizzare le immagini inoltre VoiceOver fornirà una descrizione più dettagliata, non solo del contenuto, come la posizione di una persona o di un oggetto al suo interno, ma anche di tutti i dati relativi al file.


Pubblicato il 25/5/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: