Salute e sport per Garmin Venu 2 non hanno età






Nei nuovi Venu 2 e Venu 2S distinti per dimensioni, Garmin aggiunge il calcolo dell’età fisica ed estende il supporto allo sport

In attesa di scoprire se le anticipazioni sul nuovo fenix 7 si riveleranno giuste, Garmin non sta certo a guardare, e rilancia le proprie ambizioni con Venu 2 e Venu 2S. Due varianti di smartwatch per dimensione della cassa rispettivamente da 45 mm e 40 mm, con il corredo competo di funzioni tipiche del wearable e anche qualcosa di più.

In entrambi i modelli,  ghiera e cassa sono in acciaio inossidabile, così come la copertura del display da 1,30” di diametro con risoluzione di 416×416 pixel è affidata a una lente in Corning Gorilla Glass 3.

Il corredo di funzioni contiene praticamente tutto quanto di meglio possa offrire oggi la tecnologia Garmin. In particolare, nel monitoraggio dei parametri per la salute non manca la stima del livello di ossigeno. Al quale si aggiunge anche il conteggio del livello di idratazione.

Valori utili a Venu 2 per aumentare il livello di precisione dell’opzione Body Battery, l’indicazione sul livello di energia utile a programmare allenamenti, tempi di riposo attivo e sonno notturno.

La vera età è quella calcolata

La vera novità però è Fitness Age, una stima sull’età del corpo di chi indossa lo smartwatch, analizzando informazioni quali età cronologica, livello di attività fisica giornaliero, frequenza cardiaca a riposo e, per chi utilizza la bilancia compatibile Garmin Index, anche la percentuale di grasso corporeo o l’indice di massa corporea. In più, Health Snapshot consente di creare un report con le principali statistiche e dati registrati, condivisibile con un esperto della salute.

Passi in avanti anche nell’analisi del sonno. Analizzando movimento notturno, livello di ossigeno nel sangue e qualità della respirazione, la funzione Sleep Score calcola un punteggio basato sulla notte trascorsa con dettagli e approfondimenti personalizzati utili a migliorare il riposo.

Compagno ideale per lo sport

L’anima sportiva di Garmin si materializza invece nell’aggiunta di funzioni dedicate per le discipline da palestra dedicate all’High Intensity Interval Training, inclusi AMRAP, EMOM, Tabata e timer personalizzati. Inoltre, un nuovo profilo avanzato di allenamento della forza indica la gradualità dei carichi di allenamento direttamente sui dispositivi e mostra i gruppi muscolari coinvolti nell’esercizio.

Per chi invece si allena all’aperto, Venu 2 e Venu 2S si preoccupano anche della sicurezza, con il sistema integrato di riconoscimento e rilevamento in caso di incidente durante l’attività sportiva. Se connesso allo smartphone, invia in automatico ai contatti indicati un messaggio di allarme con la posizione in cui ci si trova. La funzione LiveTrack consente invece a chi attivato di monitorare l’attività, seguendo il proprietario dello smartwatch lungo il percorso.

Importanti anche i progressi sull’autonomia. In condizioni di uso standard, Venu 2 promette un’autonomia fino a 11 giorni in modalità smartwatch, considerando un massimo di  8 ore con GPS e musica attivi. Un’ora in più del Venu 2S. Uguale invece il prezzo base, per entrambi a partire da 399,99 euro.


Pubblicato il 23/4/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: