Il livello di glucosio nel sangue, nuova sfida tra Apple e Samsung






Apple e Samsung pronte a confrontarsi sul livello di glucosio nel sangue, la nuova funzione per la salute inserita negli smartwatch

Con buona probabilità, una delle prossime frontiere nell’inserire nuove funzionalità legata alla salute negli smartwatch sarà il controllo del livello di glucosio nel sangue. Una strada nella quale stanno procedendo meglio di tutti Apple e Samsung, e dove pure Fitbit si mostra interessata anche se al momento per una via diversa.

In particolare, secondo quanto anticipato dalla testata sudcoreana ET News, questa volta è Samsung a guidare il gruppo, con annunci previsti già nella seconda parte dell’anno in occasione dell’appuntamento con la presentazione dei nuovi prodotti.

La lettura del livello di glucosio nel sangue interesserà tre delle nuove versioni di smartwatch. Verosimilmente, il Galaxy Watch 4, ma molto probabilmente anche i più sportivi Galaxy Watch Active 3. Al momento nomi ancora provvisori, dal momento che Samsung sembra anche stia valutando l’ipotesi di varare una nuova linea dedicata.

Un aiuto in più contro il diabete

Come facile prevedere la funzione è rivolta in prevalenza alle persone colpite da diabete o soggetti esposti al rischio. I nuovi smartwatch utilizzeranno un nuovo sensore dedicato. L’importante passo avanti è superare la necessità di prelevare una goccia di sangue per farla analizzare da uno strumento apposito.

Invece, la tecnologia Samsung sviluppata insieme a ricercatori del MIT di Boston utilizza la spettroscopia Raman, una tecnica di analisi dei materiali basata sul fenomeno di diffusione di una radiazione elettromagnetica monocromatica da parte del campione analizzato.

La serie di rilevamenti effettuati nel corso della giornata verrà inoltre sfruttata per individuare le variazioni nel livello di glucosio nel sangue e fornire così indicazioni su come eventualmetne modificare l’alimentazione in modo da intervenire per tempo.

Apple in fase di essa a punto

Dal canto suo, Apple segue già la possibilità di leggere il livello di glucosio nel sangue da più tempo. I risutati però, non sono ancora stati valutati all’altezza dei propri prodotti e quindi pronti per il mercato.

Non è comunque da escludere come la situazione possa sbloccarsi già nel corso dell’anno e arrivare a includerla nel prossimo lancio di Watch 7  previsto a settembre.

Sotto certi aspetti infatti, la tecnologia è in fase di sviluppo più avanzata. Può contare su alcuni brevetti approvati e risulta sia avviata la fase di test. Gli ultimi ostacoli da superare sono soprattutto affidabilità e stabilità delle letture.

Soprattutto, in entrambi icasi, sarà indispensabile tenere in considerazione anche tempi e modalità delle rispettive certificazioni indispensabili a introdurre i nuovi smartwatch e attivare le funzioni sui vari mercati.


Pubblicato il 28/1/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: