Al ritmo Apocalypse Survival Training il lockdown non fa paura






L’audio trascinante dell’app Apocalypse Survival Training trasforma l’attività fisica in una coinvolgente missione, dentro e fuori di casa

Come una sorta di incubo, all’orizzonte si vanno addensando sempre più minacciose prospettive di un nuovo lockdown. Dopo la prima esperienza, per molti la priorità è ora non farsi cogliere impreparati e Apocalypse Survival Training può rappresentare una soluzione tanto originale quanto efficace per chi non vuole comunque rinunciare alla forma fisica.

Al fianco dei vari strumenti da casa, a partire da tapis roulant, cyclette e attrezzi simili, durante la scorsa primavera si è registrata una vera e propria esplosione di sistemi interattivi. Su tutti, l’esempio dei simulatori di ciclismo Zwift, andati esauriti per mesi.

Quasi sempre però, tutto ruota intorno a un video. In situazioni dove davanti a uno schermo ci si trova a passare buona parte della giornata, viene così a mancare un importante diversivo. Questa è esattamente la direzione in cui si è mossa Imaginactive per sviluppare Apocalypse Survival Training.

Apocalypse Survival Training trasforma l’esercizio in missione

In pratica, si tratta di una semplice app. Dal punto di vista dell’utilizzo però, completamente insolita. L’idea è infatti di abbinare l’esercizio fisico a una sorta di avventura virtuale all’insegna dell’adrenalina, nella quale destreggiarsi per mettersi in salvo.

L’attività fisica tra le mura di casa diventa un elemento secondario rispetto alla missione da svolgere. Nel caso specifico, in Apocalypse Survival Training si tratta nientemeno di salvare una città da un’invasione aliena. Non a caso, scenario dell’azione è Londra, una delle città con al momento la situazione sanitaria più preoccupante.

La differenza rispetto al simulatore video, è affidarsi a un più versatile e coinvolgente audio. Indossate cuffie o auricolari, l’avventura è garantita. Effetti e musiche sono studiate per garantire il massimo trascinamento e indurre quindi a completare gli esercizi previsti per proseguire nella missione.

La forma ideale per salvare Londra dagli alieni

L’attività ruota intorno a tre esercizi principali. La velocità raggiungibile attraverso la corsa, la forza con lavori mirati di potenziamento e il controllo, per il coordinamento. A ogni livello, aumenta complessità e intensità del lavoro e se si raggiunge l’obiettivo indicato, si passa a quello superiore.

Tre sono anche i livelli di esperienza previsti da Apocalypse Survival Training. Si può quindi partire da una preparazione minima oppure confrontarsi  direttamente con stati di forma più avanzati.

Ultimo aspetto interessante, la scelta dell’audio si rivela uno stimolo anche in assenza di lockdown. La simulazione può infatti essere sfruttata anche all’aperto, quando è necessario trovare qualche stimolo in più per mantenersi in forma, o semplicemente per rendere più vivace l’attività in palestra.

Per valutare la validità di Apocalypse Survival Training, Imaginactive propone due tentativi gratuiti per superare il livello 1. Altrimenti, il costo dei primi dieci episodi, in inglese, è di 6,99 sterline, disponibili anche singolarmente per 0,99 sterline ciascuno.


garmin venu sq

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.