Arriva Mi Band 5: la sfida sale di livello, il prezzo meno






Confermate quasi tutte le attese per il nuovo tracker Xiaomi Mi Band 5. Display grande a colori, tanta autonomia e prezzo competitivo

Più ancora dei livelli importanti raggiunti nelle vendite, i dieci anni di Xiaomi possono essere celebrati con la rapida ascesa su scala internazionale una volta consolidata la posizione in Patria.

 Sull’onda dell’entusiasmo per l’importante anniversario, ora l’azienda è pronta a rilanciare la sfida e per farlo in grade stila ha scelto il mondo wearable, con il tracker Mi Band 5 e una nuova versione di auricolari, i Mi True Wireless Earphones 2 Basic.

Mi Band 5 conferma praticamente tutte le anticipazioni, anche se a Xiaomi è riuscita la missione di  conservare qualche dettaglio inedito per la presentazione ufficiale.

Grande tra i piccoli, senza invidiare i grandi

Chiamato a continuare il successo dei modelli precedenti, capaci tutti insieme di raggiungere i 100 milioni di tracker venduti, Mi Band 5 presenta il display annunciato da 1,1” a colori. A prima vista, un buon compromesso tra voler preservare la praticità di tali wearable e la possibilità di visualizzare più informazioni insieme.

Non a caso, uno dei punti di forza viene indicato proprio nella personalizzazione dei quadranti. Alla serie di una sessantina di varianti, non così abbondante come vorrebbe far credere Xiaomi, si aggiungono le combinazioni sulla scelta dei dati da riportare sulla schermata principale.

Per gli appassionati del marchio, definitivamente superato un limite piuttosto fastidioso, Finalmente anche Mi Band 5 sposa la ricarica con attacco magnetico. Senza cioè più il fastidio di dover ogni volta staccare il cinturino.

D’altra parte, anche la ricarica viene indicata come punto di forza. Stimata intorno a un paio di settimane, in realtà non si discosta più di tanto dai rivali e dai modelli precedenti. La nota positiva però, è non pagare pegno al display maggiorato e a colori più dettagliati; quindi con un consumo maggiore.

In linea con le attese, e le tendenze del settore, le altre novità, a partire dall’estensione nel numero di attività fisiche, con particolari attenzione a quelle da casa, in piena linea con lo spirito lockdown.

Inoltre, sviluppata la combinazione sensore-software per il rilevamento della frequenza cardiaca più affidabile e l’algoritmo per tracciare uno stato di salute più completo.

Mi Band 5 non dorme mai

Tra il curioso e l’interessante invece, i progressi nel monitoraggio del sonno. Mi Band 5 è infatti in grado di allargare l’analisi anche ai sonnellini durante il corso della giornata e includerli nell’analisi complessiva della giornata.

Dalla quale può emergere una situazione di stress, nella quale al’occorrenza interviene l’invito a eseguire esercizi di respirazione profonda.

Più scontata l’aggiunta della funzione a supporto del ciclo femminile. Difficile invece da prevedere d’altra parte l’interessante modalità di scatto remoto per la fotocamera dello smartphone.

Poche sorprese anche sul prezzo, nel senso che ancora una volta Xiaomi riesce a confermarsi estremamente competitiva. Mi Band 5 infatti, parte da 39,99 euro. In periodo di lancio, sono previste offerte locali e limitate per tempo e prezzi a 34,99 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.