Niente panico, ci penserà Watch 6. Anche per bambini






È tempo di anticipazioni per Apple Watch 6. Da funzioni per sport e sonno a una versione per i più giovani, le novità probabili e quelle possibili

Complice anche la scarsità di annunci durante l’emergenza coronavirus, aumentano le voci sulle anticipazioni dei futuri modelli Apple, tra cui Watch Series 6, accompagnato, forse preceduto, da una nuova versione di watchOS7.

Diverse le potenziali novità in gioco. Probabilmente, non tutte entreranno ufficialmente in Watch 6, ma sicuramente è in arrivo una crescente attenzione sulle funzionalità a supporto dello sport.

Sempre che, nel frattempo Apple non decida per una improvvisa sterzata in direzione di un supporto al controllo del contagio da coronavirus, come per esempio un sensore per la temperatura e un software dedicato a rilevare potenziali rischi di contagio.

Considerando però la maniacale attenzione Apple al dettaglio, difficile ipotizzare una messa a punto precisa nel giro di pochi mesi.

Niente paura, c’è Watch 6

Meglio allora concentrarsi sulle novità più quotate per Watch 6, a partire da altre applicazioni in ambito sanitario oltre che sportivo. Come una possibile funzione per rilevare e prevenire attacchi di panico, avvisando per tempo l’utente dei possibili sintomi e stimolando gli opportuni esercizi di respirazione.

In realtà, si può interpretare soprattutto come un’estensione di Apple Salute. Così come la quasi scontata presenza del sensore SpO2 per rilevare l’ossigenazione del sangue. Già presente in diversi altri smartwatch, a partire da tutti i più recenti Fitbit, resta però da superare il problema delle certificazioni prima di poterlo attivare.

Discorso simile per il tracciamento del sonno, di fatto l’atra vera lacuna di Apple Watch. Un’opzione ormai scontata per la maggior parte degli smartwatch in commercio, se rimandata a oltranza rischia di trasformarsi in un limite.

Una delle ragioni per cui questo fino a oggi è mancato, è l’autonomia. Tracciare il sonno ha infatti un impatto importante sulla durata della batteria. Nel caso di Apple, al punto da rischiare di non coprire neppure le 24 ore ed è proprio questo uno dei punti su cui si concentra l’attenzione degli ingegneri. Al riguardo, grandi speranze sono riposte nel nuovo chip S6.

Il quadrante si Apple Watch 5 con bussola

Largo ai giovani

La vera novità Apple sul fronte smartwatch potrebbe però essere un’altra. Molto quotata è infatti la possibilità di una versione di Watch rivolta ai bambini. Mercato ancora poco sfruttato in Occidente, offre quindi molte prospettive interessanti.

L’idea è poter sincronizzare un iPhone con diversi Watch in modo da poter regolare filtri per chiamate o semplicemente programmare notifiche per gli impegni scolastici.

In prospettiva di interventi migliorativi anche sul GPS, non si esclude la possibilità di aggiungere una sorta di sorveglianza a distanza al servizio dei genitori.

La schermata running di Apple Watch 5

Anche per sport, non solo per passione

Oltre alle funzionalità però, in Watch 6 si prospettano anche diverse novità su materiali e forme. Prima di tutto, in sintonia con la maggiore propensione allo sport, si attende un passo avanti sull’impermeabilità, in modo da poter contare su uno smartwatch realmente resistente all’acqua anche in piscina o al mare.

A questo punto, non sarebbe s escludere il classico passo in più di Apple. Recuperando il tempo perso rispetto alla concorrenza e superandola con un display utilizzabile anche sott’acqua.

Ipotesi tuttavia tra le meno quotate al momento, così come l’idea di sbloccare Watch con l’impronta digitale ed eventualmente estenderne la portata anche all’autenticazione. Funzioni certamente allo studio, ma per le quali ci sarà da aspettare ancora qualche tempo.

Più probabile inve, una maggiore flessibilità nella gestione dei quadranti. È infatti dato quasi per certo in Watch 6 un maggior numero di opzioni di scelta, tra semplici varianti grafiche e nuove funzionalità, come per esempio un tachimetro, un cronografo o l’utilizzo di foto personali.

Salvo stravolgimenti da coronavirus, tutto questo come ormai abitudine si scoprirà a inizio settembre. Per l’aggiornamento di watchOS7 però, non si esclude la presentazione a giugno durante il WWDC Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.