La scossa Samsung ridisegna gli auricolari wireless






I nuovi moduli elettronici Samsung per gli auricolari wireless combinano diversi componenti, riducendo ingombri e aumentando affidabilità

Dalle parti di Samsung, il futuro degli auricolari wireless è da intendersi in senso assoluto, vale a dire in direzione dei modelli in-ear. Quindi, con assenza totale di fili. Al punto da investire sullo sviluppo di un hardware dedicato, con una coppia di circuiti integrati per ottimizzare qualità e gestione energetica.

Al di là degli aspetti puramente di design, in situazioni totalmente wireless gli auricolari devono essere progettati combinando fattori delicati e all’apparenza difficili da conciliare, come dimensioni contenute, durata della batteria e resa audio.

Per Samsung, oggi tutto questo è condensato in due minuscoli cirtuiti integrati, etichettati come MUA01 and MUB01, progettati su misura.

Hearable, il settore chiave

Come indicato da praticamente tutte le ricerche di mercato, gli hearable restano saldamente il settore guida del mondo wearable, con la quota principale per vendita di unità. Una situazione destinata a durare ancora qualche tempo, dove la concorrenza è particolarmente agguerrita.

Ancora più di settori tradizionali come smartwatch e smartphone. Lo sviluppo di auricolari in-ear sta infatti vivendo un periodo molto dinamico, grazie anche all’iniziativa di numerose startup alla ricerca dell’idea vincente.

Da qui, l’idea Samsung di sviluppare un circuito integrato in grado di offrire nuovi spunti al settore. Senza entrare nei dettagli tecnici, i nuovi moduli MUA01 e MUB01 permettono di integrare i un unico chip fino a dieci componenti attualmente separati.

Samsung battezza la nuova generazione

Evidenti quindi i benefici in termini di spazio, affidabilità e minore consumo energetico. Con in più la possibilità di dimezzare lo spazio occupato dall’elettronica negli auricolari.

La filosofia è estesa anche alla ricarica. I due moduli infatti supportano sia la modalità wireless sia quella tradizionale con cavo.

Per i progettisti si aprono quindi nuove opportunità. Dalla ricerca di magigore affidabilità, a nuovi spazi di libertà per disegnare gli auricolari. In più, la possibilità di scegliere se orientarsi verso una riduzione delgi ingombri o invece sfruttare le minori dimensioni dei moduli MUA01 e MUB01 per lasciare più spazio alla batteria.

Primi modelli a sfruttare le nuove tecnologie saranno naturalmente auricolari Samsung. La produzione è già stata avviata e i primi modelli a sfruttarla saranno i Galaxy Buds+ TWS earbuds.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.