Dall’unione tra smartwatch e auricolati nasce l’idea Wearbuds






Le forme insolite dell’inedito smartwatch sono pienamente giustificate dagli auricolari wireless perfettamente integrati nella cassa

A prima vista, Aipower Wearbuds ha l’aspetto di uno smartwatch di prima fascia, se non addirittura di un tracker con il display a colori. Dalle linee neppure troppo moderne, appare difficile capire il legame del nome con degli auricolari.

Eppure è esattamente questo il punto forse dell’idea. Forse, non tradotta in pratica al meglio sotto il profilo estetico. Certamente però, originale e innovativa. Wearbuds è infatti a tutti gli effetti un semplice smartwatch. Al tempo stesso però, anche una custodia per auricolari wireless estraibili.

Accoppiata inedita

Così si spiegano infatti le proporzioni insolite, con una cassa piuttosto bassa ma molto allungata, e conseguente display orizzontale. La priorità Aipower è infatti assicurare la possibilità di avere sempre a portata  di mano la propria musica preferita, senza correre il rischio di perdere gli auricolari, o doversi portare sempre dietro la relativa custodia.

Perché, oltre a tutto Wearbuds è anche una base di ricarica. Si spiega anche in questo mondo l’estrema parsimonia nel disegnare la componente smartwatch. Probabilmente ridotta all’essenziale proprio per ottimizzare il consumo di energia ed averne quindi a disposizione di più per una eventuale ricarica degli auricolari.

Se il display ha una grafica certamente non tra le più accattivanti in commercio, l’eleganza della sezione audio è fuori discussione. Altrettanto, garantisce Aipower, per la qualità sonora, grazie anche all’impiego del grafene per i padiglioni.

Un tocco di eleganza inaspettato

I Wearbuds sono infatti inseriti ai lati dello smartwach. Per estrarli, è sufficiente sbloccarli con una leggera pressione sulla parte esterna. Stessa procedura, per rimetterli a posto una volta finito di usarli.

La marcata propensione all’attività sportiva è ribadita dalle funzionalità dello smartwatch. A parte i servizi di base, notifiche e supporto alle chiamate comprese, Wearbuds copre l’attività fitness garantendo il monitoraggio dei parametri standard: durata, passi, calorie e frequenza cardiaca. Più, il tracciamento anche del sonno. Con tutti i dettagli naturalmente rimandati all’app.

Attualmente attivo su Kickstarter, il progetto Wearbuds al momento è accessibile a 69 dollari, poco meno della media di soli auricolari della stessa categoria. A fronte di un listino pieno invece di 149 dollari.

Pubblicato il: 14 Agosto 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.