L’eleganza AlpinerX va dritta al cuore della tecnologia






Una fascia cardiaca allarga al mondo fitness le funzionalità offerte dallo smartwatch pronto a tutto, compatibile con Strava ma non solo

Si può contare sulle funzioni di uno smartwatch anche senza necessariamente dover comprare uno smartwatch. Almeno, inteso in nel senso più comune di wearable completamente digitale. Dietro questa apparente contraddizione Alpine ha sviluppato parte della propria offerta, combinando linee classiche tipiche di una clientela esigente con il desiderio di sfruttare comunque funzioni innovative. Il risultato, AlpinerX è ora pronto per un ulteriore passo avanti.

Alla luce dei riscontri favorevoli successivi al lancio del modello base su Kickstarter, ora AlpinerX è corredato da una fascia cardiaca per monitorarla frequenza cardiaca.

AlpinerX se la prende a cuore

Rivolto espressamente all’utenza sportiva, di fatto la funzione Heart Rate Monitoring allarga il potenziale bacio di utenza di AlpinerX.

Per chi vuole restare fedele alle forme classiche, l’aspetto dello smartwatch svizzero è infatti invariato. Fermo restando la dotazione completa di tecnologia all’interno, alla prima vista l’elemento smart resta delimitato al discreto display inserito nella parte bassa del quadrante. Per il resto, sempre ispirato a linee tradizionali.

Sfruttando la stessa connessione Bluetooh già al servizio dell’app, la fascia con sensore cardiaco si collega direttamente allo smartwatch. Attivata la registrazione con il pulsante superiore di AlpinerX, da quel momento i dati di frequenza cardiaca saranno visualizzati sul display.

Attività fisica senza preclusioni

Appoggiandosi all’app inoltre, il sistema diventa un vero e proprio tracker di attività fisica. Quindi, conteggio passi, tracciamento GPS, calcolo delle calorie. Esattamente in linea con quanto offerto dagli smartwatch dall’aspetto tutto improntato alla tecnologia.

A conferma della totale fiducia nel connubio eleganza e fitness, AlpinerX si può connettere direttamente a Strava prima di tutto, ma anche a una serie di altre applicazioni fitness disponibili su iOS e Android.

La scelta Alpine di aggiungere la lettura della frequenza cardiaca attraverso una fascia toracica, al posto dei più pratici sensori integrati. è da individuare nella volontà di non scendere a compromessi con qualità e affidabilità. Per quanto meno pratica, la soluzione rappresenta infatti ancora il sistema più affidabile.

Nessun riferimento al momento per il prezzo dell’accessorio. Considerando il costo medio della linea AlpinerX al di sopra degli 800 euro, non dovrebbe comunque essere in grado di preoccupare i clienti Alpine. Su Kickstarter tuttavia, resta ancora ufficialmente aperta qualche possibilità di sottoscrizione a poco più di 500 franchi svizzeri, poco meno di 500 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.