Galaxy Watch Active 2 pronto al lancio, ma l’ECG aspetterà a decollare






A qualche settimana dal lancio Samsung, data per certa la funzione per elettrocardiogramma, però spenta in atttesa di certificazione

Anche Samsung punta al mondo della telemedicina, e all’EGC integrato sullo smartwatch, per recuperare il terreno perso ultimamente nei confronti dei rivali. Ancora più del settore smartphone, dove almeno c’è la giustificazione di un calo diffuso, i Galaxy Watch Active accusano in misura pesante le strategie dei principali concorrenti, Apple e Fitbit in prima fila.

L’annuncio originale arriva da Wearable, a seguito di un contatto con una fonte ufficiale. Il lancio ufficiale non è molto lontano, si parla ormai di poche settimana e avverrà in combinazione con il Galaxy Note 10. Con molta probabilità, l’evento programmato da Samsung per il prossimo 7 agosto.

Tre Galaxy Watch per una rivincita

Tre i modelli di Watch Active 2 in arrivo. Uno con connessione LTE integrata, uno solo Bluetooth e uno griffato Under Armour, sempre in versione Bluetooth. Per tutti, dimensioni della cassa da 40 mm o 44 mm, facile prevedere sempre di forma rotonda, ma con ingombri più vicini agli ultimi Apple Watch.

Ad attirare l’attenzione, sarà però proprio la funzione integrata per l’elettrocardiogramma. Tuttavia, resta ancora da risolvere anche per Samsung il problema della certificazione FDA, sul quale l’azienda mantiene il massimo riserbo. Difficile tuttavia pensare di vederla attiva prima del prossimo anno.

Mentre infatti in occasione del lancio di Watch 4 Apple aveva dichiarato di essere già in possesso di un’autorizzazione della FDA, una sorta di anticamera della certificazione ufficiale, Samsung al riguardo non ha confermato niente. Segnale quindi, di essere ancora indietro nella procedura. Se ad Apple sono serviti alcuni mesi tra il lancio e l’attivazione della funzione ECG, facile quindi arrivare alla scadenza indicata.

Il cuore vuole il suo tempo

Nel frattempo, sarà necessario accontentarsi di quale aggiustamento alle attuali funzionalità legate alla lettura della frequenza cardiaca. Si parla per esempio di allerta in caso il battito uscisse dai valori di sicurezza, sia per battito eccessivo sia insufficiente.

Nonostante questo, Galaxy Watch 2 Active non avrà un’impronta prettamente sportiva. Si pensa più a una via di mezzo tra il modello classico rivolto a tutti e il Galaxy Watch Active, pensato invece per i più attivi.

Restano comunque confermate funzioni ormai irrinunciabili per competere a certi livelli, come  l’analisi del sonno e l’allenatore virtuale. Oltre naturalmente all’integrazione con Samsung Health.

Quattro le scelte di colore attese per Galaxy Watch 2 Active, con cassa in acciaio, anche in versione colorata, e cinturino in cuoio. Le due varianti espressamente pensate per il pubblico femminile, con cassa in rosa dorato e rosa, saranno anche leggermente più sottili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.