La forma perfetta Mi Band non è necessariamente senza prezzo

Il rinnovato tracker Xiaomi intende rompere gli schemi combinando funzionalità e convenienza

Entra nel vivo anche in Italia la sfida Xiaomi all’insegna di un nuovo rapporto qualità/prezzo. Dopo un primo approccio con gli smartphone, ora il marchio asiatico allarga il proprio raggio d’azione con due proposte tra loro nettamente distinte, un videoproiettore e soprattutto un tracker destinato al grande pubblico.

Mi Band 3 è quanto di meglio al momento Xiaomi possa mettere in campo nel settore. Con forme morbide in linea con i più recenti canoni del design, ha un display OLED monocromatico da 0,78”. Garantite tutte le funzioni di base: contenuto dei messaggi, ora, data e naturalmente l’ormai immancabile conteggio dei passi quotidiani.

L’interfaccia touch prevede lo scorrimento in verticale per accedere alle voci del menu, mentre in orizzontale, si regolano le impostazioni. Inoltre, un pulsante integrato nella parte inferiore dello schermo è utilizzato per tornare alla schermata Home o come accesso diretto a funzioni quali la cancellazione delle notifiche o la misurazione della frequenza cardiaca.

Prezzo e forma fisica, la doppia sfida

Il salto di qualità Xiaomi però non lo insegue solo nel prezzo decisamente interessante di 29,99 euro. Da sottolineare, la presenza di alcune funzionalità decisamente non scontate su prodotti di pari categoria. Mi Band 3 ha infatti un cronometro, una funzione di localizzazione del telefono e una funzione di notifica a vibrazione, indipendentemente dal fatto che lo smartphone sia spento o acceso.

Nell’occasione inoltre, Mi Band si allinea a un’esigenza ormai data per scontata, vale a dire la resistenza all’acqua. Nel caso specifico, fino a 50 metri.

In tema di fitness infine, all’inizio di un allenamento gestito dall’app Mi Fit, sul tracker si attiva l’interfaccia dedicata, con statistiche di allenamento in tempo reale, oltre ai dati storici e alle analisi su base giornaliera, settimanale o mensile.

Cinema da intenditori

L’altro annuncio mira invece a un settore del tutto diverso, ma altrettanto promettente in ambito consumer. Mi Laser Projector 150” è un proiettore a tiro ultra-corto per arrivare a coprire dimensioni appunto fino quasi 4 metri. Aspetto scontato solo all’apparenza, se si considera come questo sia sufficiente collocarlo a 50 cm dal muro o dallo schermo. Destinato all’utenza domestica, ambisce a ricreare l’atmosfera all’interno di un salotto. Una proposta da veri intenditori però, per via anche del prezzo di 1.899 euro, non esattamente popolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.