Tecnologia italiana a confronto con eHealth4all






La quarta edizione del premio eHealth4all allarga il raggio d’azione, alla ricerca del meglio dell’ingegno in favore di cure e prevenzione

In un settore dove creatività e design si incontrano con ottime premesse, sul mercato c’è spazio anche per i wearable Made in Italy. Ed è esattamente quanto può scaturire da occasioni come eHealth4all, premio per la migliore realizzazione informatica in ambito sanitario rivolta alla prevenzione in tutte le sue sfaccettature, arrivata alla quarta edizione.

Oggetto della sfida, strumenti a supporto della prevenzione, sotto tre aspetti, Primaria, riferita a patologie non ancora manifestatesi, secondaria per screening mirati a scoprire patologie da curare in tempo e terziaria con l’obiettivo di scongiurare ricadute o peggioramenti.

Grazie all’ingresso nell’organizzazione di Club TI Triveneto, CDTI Roma, Assintel e Distretto produttivo dell’Informatica della Puglia, al fianco del consueto Club TI di Milano, l’edizione 2020-21 di eHealth4all  punta a raggiungere una dimensione nazionale.

Come gli anni scorsi, oggetto del contendere saranno software, apps e prototipi fabbricati nel nostro Paese per migliorare lo stato di salute. Destinatari, protagonisti delle istituzioni, siano Regioni, università, Asl, ospedali pubblici, sanità privata e aziende piccole e grandi.

Il premio nasce nel 2013 all’interno del Gruppo di lavoro Sanità del CLUBTI Club Tecnologie dell’Informazione di Milano, associazione privata di dirigenti di informatica, totalmente autofinanziata, cui partecipano professionisti del mondo dell’offerta e della domanda di soluzioni digitali nel mondo della Sanità. L’iniziativa è stata poi sviluppata in collaborazione con altre associazioni private del settore, a partire da CDTI (Club Dirigenti Tecnologie dell’Informazione), di Roma, e AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico.

Innovazione e salute, l’obiettivo eHealth4all

Tra i criteri di giudizio, l’aderenza ai temi del bando, l’innovatività tecnologica, l’ampiezza dell’utenza coinvolta, la rilevanza sociosanitaria del tema trattato, la replicabilità in altri contesti. La decisione sarà affidata a esponenti del mondo istituzionale, della sanità, della medicina, dell’informatica, della comunicazione.

I partecipanti a eHealth4all  hanno tempo fino al 15 marzo 2020 per inviare online le schede descrittive dei loro Progetti alla segreteria del premio ClubTI@Assolombarda.it. Per accedere alla fase di realizzazione i lavori saranno valutati inizialmente da una Commissione designata dal Comitato Scientifico Quest’ultimo annuncerà ad aprile i 10-12 finalisti – ne sono ammessi due in più rispetto alle scorse edizioni – che verranno quindi presentati in un Convegno di grande visibilità il prossimo giugno.

Dalla data di presentazione, i concorrenti selezionati saranno monitorati per un anno. A giugno 2021 è prevista la premiazione del più valido progetto realizzato, nell’ambito di un evento di carattere nazionale, con eventuali menzioni degli altri progetti meritevoli.

Da questa edizione di eHealth4all è infine  possibile iscriversi con una procedura interamente online, oppure inviando i documenti in forma elettronica alla segreteria del premio ClubTI@Assolombarda.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *