La ricerca Holst Center rende la salute di moda






Diversi i progetti in fase avanzata presentati da Holst Center al CES 2020. Indumenti in grado di efettuare ECG, così come indurre il relax

Tra i tanti prodotti pronti ad arrivare sul mercato, al CES 2020 c’è stato spazio anche per tante idee e prototipi. Tra i numerosi ancora in fase di studio, quelli proposto da Holst Center meritano attenzione per la particolarità dell’idea e il livello avanzato di sviluppo.

Il centro di ricerca indipendente olandese è infatti abituato a proporre wearable capaci di distinguersi- Già da tempo infatti, Holst Center sta lavorando sull’abbigliamento sportivo smart. Uno dei settori più interessanti in prospettiva futura, nella circostanza ha raggiunto un interessante livello di evoluzione.

La Salute della giusta taglia

Tra le applicazioni di rilievo, l’integrazione di sensori per ECG, utili anche nella cura quotidiana. Più della funzione, è il livello di integrazione a fare la differenza, con uno strumento molto vicino all’essere pienamente integrato in una maglietta. Non a caso, l’idea ha già ottenuto alcuni riconoscimenti in Patria.

Sempre sullo stesso argomento, lo studio avanzato di patch da tenere applicate al corpo senza che possano dare fastidio. Soprattutto, con la capacità di monitorare informazioni come la stessa ECG e la saturazione dell’ossigeno nel sangue. In questi casi, la priorità Holst Center è mantenere l’affidabilità a livello di certificazione medica, combinata alla massima vestibilità.

Nei panni di MYSA lo stress è un ricordo

Al CES 2020 però, al centro dell’attenzione c’era il progetto MYSA, una vera e propria t-shirt rilassante. Per quanto attento ai ritmi sostenibili, anche un Paese come l’Olanda non può chiamarsi fuori dalla necessità di trovare qualche momento di relax.

Se non è possibile dedicarsi a una passeggiata a piedi o in bicicletta o trovare un momento da dedicare a sé stessi, si può rimediare con un wearable.

MYSA è a tutti gli effetti una maglietta, o una camicia, smart. Gli elettrodi parte integrante del tessuto, permettono al capo di calzare a perfezione, adattandosi all’unicità del fisico umano.

Attraverso i sensori il sistema, è in grado di rilevare il livello di tensione e individuare quindi la necessità di rilassare l’organismo, attivando dei segnali rilassanti.

In pratica, la possibilità di contare su un massaggiatore personale a comando, in qualsiasi momento della giornata, fosse anche la più noiosa riunione di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *