Sopra tutto, c’è un AlpinerX entrato nella storia spaziale






Portato a oltre trentamila metri di altezza, lo smartwatch Alpina in edizione speciale è diventato subito anche un pezzo da museo

Dietro l’apparente operazione di marketing, o anche solo semplice goliardia, nell’ultima idea Alpina di portare più in alto possibile un AlpinerX si nasconde anche l’interessante sperimentazione sull’affidabilità di un altimetro.

Uno dei punti deboli di smartwatch e dispositivi dedicati, nell’occasione ha invece dimostrato di poter sopportare anche sollecitazioni tra le più estreme, conservando precisione ben oltre ogni potenziale scenario reale.

AlpinerX svetta su ogni cosa

Sulle orme dei più famosi esperimenti spaziali, Alpina ha così deciso di lanciare nell’atmosfera un AlpinerX, fino a raggiungere un’altitudine di 33.793 metri, vale dire quasi quattro volte oltre gli 8.848 metri del monte Everest.

L’operazione è stata possibile grazie anche alla collaborazione con Sent into Space. La startup inglese specializzata in fotografia spaziale ha infatti permesso di filmare l’ascesa allo spazio e il ritorno sul pianeta Terra dell’orologio, dopo un volo di tre ore.

Il video offre una originale panoramica sull’ascesa dell’AlpinerX cono lo sfondo prima del terreno, poi della troposfera per passare quindi ai diversi livelli di stratosfera, sempre con la Terra alle spalle. L’orologio è stato infine recuperato da Sent into Space a 60 chilometri di distanza dal sito di lancio.

Dopo l’imprea, sora il primo AlpinerX a viaggiare nello spazio riposa degnamente nel museo Alpina di Ginevra, a Plan-les- Ouates, entrando così nella storia ufficiale del marchio svizzero di orologeria.

L’iniziativa rientra tra quelle dedicate al 50° anniversario dell’allunaggio del primo uomo. Era infatti Il 20 luglio 1969, quando l’umanità calcò il suolo lunare per la prima volta.

Nel contesto della campagna Reach your Summit, Alpina Watches ha voluto in questo modo rendere omaggio all’impresa che mezzo secolo fa cambiò per sempre la relazione tra umanità e Quarto Ambiente.

Edizione speciale

Inoltre, nell’occasione Alpina ha creato un’edizione speciale di 299 esemplari in un profondo colore blu a tema, omaggio all’infinito scuro dello spazio, su cassa, lunetta, quadrante e cinturino. Lancette e indici argento hanno invece subito un trattamento con una soluzione nera e luminescente, che si illumina al buio.

Per enfatizzare ulteriormente l’unicità del modello, il fondello presenta una speciale incisione: la luna al centro del famoso logo triangolare Alpina, nato nel 1900 e ispirato al Cervino.

Ciascun orologio, con numero di serie individuale, è stato assemblato a mano nella manifattura ginevrina del marchio. Spaziale di conseguenza, anche il prezzo di 895 euro.

Pubblicato il: 8 Novembre 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *