Il mercato delle micro batterie pronto a suonare la carica






Perno di tutti i sistemi wearable, il settore delle batterie è in fermento. Autonomia, affidabilità e flessibilità le caratteristiche più richieste

Elemento essenziale in qualsiasi dispositivo portatile, nei wearable la batteria assume ancora maggiore importanza. Condensare in un minuscolo apparecchio l’energia sufficiente a garantite un’autonomia almeno quotidiana e integrarla con tutti gli altri componente, non è impresa facile.

D’altra parte, l’evoluzione porta alla richiesta di sempre maggiore potenza, da conciliare con la costante ottimizzazione dei consumi. Dietro a tutto questo c’è un mercato importante, analizzato da MarketsandMarkets nello studio Micro Battery Market by Type (Thin Film, Printed, Solid State Chip Battery), Capacity, Rechargeability, Application (Smart Cards, Smart Packaging, Medical Devices, Wearable Devices), and Geography – Global Forecast to 2025.

Tutta l’eneria di un mercato nascosto

Attualmente, il settore è stimato in 128 milioni di dollari a livello mondiale. Più di questo valore, a far intuire l’attenzione dedicata dai produttori di batterie destinate anche ai wearable è la stima di crescita fino a 631 milioni di dollari entro il 2025. Ancora più esaustivo, si parla di una progressione del 30,4% all’anno. Vale a dire, la prospettiva di guadagno per almeno sei anni per chi saprà giocare al  meglio le proprie carte.

Per micro batterie si intende quelle capaci di andare oltre la semplice quantità di energia immagazzinata. La scena sarà dominata da chi saprà garantire anche aspetti come sicurezza, flessibilità (intesa come tecnologie e modelli non disegnati su misura, ma anche in senso letterale), peso, durata in vita e naturalmente il costo.

Ovunque serva energia

Diventeranno un fattore determinante per il mercato wearable, ma non solo. Interessanti anche le smartcard, le etichette intelligenti sempre più diffuse negli imballaggi e nella logistica, e nel settore medicale. Tra i nuovi mercati, emergono il tessile e i sensori wireless.

Attualmente le micro batterie impiegano una tecnologia leggermente diversa da quelle più tradizionali, impiegate per esempio anche negli smartphone. Si utilizzano esclusivamente materiali solidi e inorganici, utili a garantire spessori abbastanza sottili e una maggiore sicurezza. Aspetto importante alla luce del minore spazio disponibile e di un utilizzo più movimentato.

In genere, la carica è compresa tra 10 mAh e 100 mAh. Mentre per esempio gli smartphone più recenti arrivano intorno a 5.000 mAh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *