I droni UPS si preparano al decollo






Il corriere ha presentato la domanda per la certificazione come vettore aereo, ampliando il limitato raggio d’azione attuale

Quando a suo tempo Amazon ha iniziato a parlare di utilizzo dei droni per le consegne a domicilio, pochi l’hanno preso sul serio. Come, tutto sommato allora era giusto. Ora però, la situazione è cambiata e l’ipotesi non è più tanto lontana. La sola prospettiva, ha stuzziacto infatti ingeneri e ricercatori e UPS è arrivata a una svolta.

Dopo un primo progetto ristretto al settore medico, il corriere ha infatti annunciato di aver presentato domanda presso la Federal Aviation Administration (FAA) per la certificazione Part 135 utile a operare voli commerciali con droni all’interno del network UPS attraverso una società sussidiaria chiamata UPS Flight Forward.

Questa società di recente costituzione, punta a ricevere la certificazione Part 135 già entro la fine dell’anno, abilitando così UPS a operare uno dei primi servizi di consegna con droni a fini commerciali completamente certificato negli Stati Uniti.

Il corriere arriverà dal cielo

La certificazione pone le basi per i voli di droni fuori dalla portata visiva dell’operatore e per quelli diurni e notturni. Voli soggetti a forti restrizioni negli Stati Uniti e approvati solo in via eccezionale.

A differenza delle certificazioni della FAA (Federal Aviation Administration) più limitanti per i voli dei droni di altre aziende, UPS Flight Forward opererebbe sotto la piena certificazione Part 135 della FAA, val a dir poter operare come vero e proprio vettore aereo e operatore certificato.

Attualmente UPS sfrutta già i droni per consegne a scopo medico nell’ambito di un caso d’uso specifico ai sensi delle norme FAA Part 107. A marzo, UPS ha avviato il primo uso autorizzato dalla FAA negli Stati Uniti di un drone per voli commerciali di routine che comportano il trasporto di un prodotto nell’ambito di un accordo di consegna contrattuale presso l’ospedale principale e il campus di WakeMed a Raleigh, nella Carolina del Nord.

Con questo programma, l’azienda consegna campioni medici attraverso droni senza pilota, integrando un servizio di corriere via terra. UPS ha dichiarato di voler espandere il suo servizio di consegna con i droni ad altri ospedali e campus.

Pubblicato il: 27 Luglio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *