Grazie a Kitty, anche il cane ha il proprio wearable






Oltre a sapere sempre dove si trova, il piccolo dispositivo sul collare permette di conoscere meglio il proprio amico a quattro zampe

In quaità di migliore amico dell’uomo, anche il cane potrebbe volere un proprio smartphone. Una riflessione solo all’apparenza priva di senso, almeno fino a quando la prospettiva non diventa realtà per opera di Kippy.

Un progetto tutto italiano, capace di coniugare alcune tra le passioni in assoluto più diffuse degli ultimi tempi, smartphone e cani appunto. L’obiettivo della startup milanese è comunque decisamente più concreto: offrire ai proprietari di animali domestici, un sistema in grado di localizzare il proprio amico, tenere sotto controllo le sue attività quotidiane e capirne in tempo reale i bisogni. Con in più, la possibilità di comunicare

L’idea in assoluto, importante precisare, non è nuova. Il cosiddetto Pet Tracker usando la definizione più di tendenza, è una realtà già da tempo. Kippy però, ambisce a spingersi oltre. Sfruttando tecnologie di localizzazione e algoritmi proprietari, permette anche di ricevere in tempo reale consigli su come migliorare la salute del proprio cane o gatto in base alle effettive necessità e al comportamento tracciato con l’activity monitor. 

Amici di messaggi

D’altra parte, anche la stessa Kitty non è proprio neofita del settore. Dopo un primo approccio al mercato con Vita S, ora l’idea è fare sul serio con l’evoluzione Kippy Evo, aggiungendo al tracciamento appunto il sistema di messaggistica pensato per fornire ai proprietari di cani e gatti messaggi personalizzati e aiutarli nella cura psico-fisica dei loro amici a quattro zampe.

Oltre a sfruttare l’app per sapere in ogni momento dove si trova l’animale, la funzione  Activity Tracking riconosce l’attività motoria e indica un livello personalizzato di attività ideale da raggiungere in base alla razza, all’età e al peso del cane.

Inoltre, grazie alla funzione Messaggi Vita si ha la garanzia di restare sempre connesso e vicino all’animale domestico, ricevendo messaggi personalizzati, per conoscerne bisogni, stato di benessere e abitudini.

Fitness a quattro zampe

 Sono sei le attività monitorate da Kitty, a partire dalla corsa non appena l’animale solleva le zampe da terra. Inoltre, il sonno, il gioco quando compie movimenti agitati con corse, scatti e salti. Il relax quando l’attività è bassa e i movimenti sono lenti e i passi, calcolati grazie ad uno speciale algoritmo proprietario. Non molto diversamente dai tracker comuni, l’insieme contribuisce a determinare il calcolo delle calorie consumate e quindi da reintegrare.

Per alleviare ulteriormente la preoccupazione di smarrire il proprio amico preferito, Kitty è dotato di batteria con un’autonomia dichiarata di dieci giorni. Curiosa infine, la presenza di un LED utilizzabile anche come torcia lampeggiante attivabile direttamente dall’app per individuare cani e gatti al buio. 69 euro il prezzo di listino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *