Sulla scena del MWC irrompe subito la realtà degli HoloLens 2






Lancio in grande stile di Microsoft a rivendicare il ruolo da protagonista nella reltà aumentata, per ora rivolta al mondo professionale

Non ha perso tempo Microsoft a rivendicare un ruolo da protagonista nel mondo della realtà virtuale e della realtà aumentata. Alle prime battute del Mobile World Congress di Barcellona infatti, il CEO Satya Nadella in persona ha ufficializzato l’atteso arrivo degli HoloLens 2.

Anche grazie alle segnalazioni dei partner, tre i punti principali del nuovo progetto. Prima di tutto un maggiore coinvolgimento, vale a dire maggiore realismo nella combinazione tra scena reale ed elementi aggiunti. Quindi, miglioramenti sul comfort e infine prospettive certe per giustificare l’investimento.

Scelta da professionisti

Non a caso, al momento Microsoft di mostra di puntare soprattutto sulla applicazioni professionali della realtà aumentata. La presentazione infatti, mostra attività di assistenza, formazione e progettazione come primi destinatari degli  HoloLens 2.

Prima di tutto però, la differenza appare evidente all’impatto visivo. Più di smartglasses infatti, gli HoloLens 2 appaiono come una vera e propria fascia, chiusa sul retro e regolabile. Il risultato, è un sistema più bilanciato, stabile una volta indossato.

L’utilizzo del carbonio per la montatura ha permesso a Microsoft di alleggerire l’insieme, mentre un nuovo sistema di dispersione del calore, aiuta a poterli indossare a lungo.  Aspetto banale solo all’apparenza infine, il visore si può sollevare, evitando quindi di doverli continuamente togliere e rimettere.

Sul fronte della qualità visiva, ridisegnato il display sfruttando la maggiore potenza dell’hardware per migliorare la qualità delle immagini olografiche. Il lavoro per integrare intelligenza artificiale, nuovi sensori di profondità e rinascimento delle scene ha portato a nuovi algoritmi che promettono di rendere più naturali i movimenti e le interazioni con le scene in realtà mista, grazie anche all’adozione di un nuovo sensore per seguire il movimento degli occhi.

Ecosistema con vista

In considerazione dell’utilizzo prevalentemente dedicato al mondo professionale, utili anche gli accorgimenti legati alla sicurezza, con riconoscimento dell’iride per attivare gli HoloLens 2 o per condividerne l’uso a seguito di autenticazione.

Microsoft però, non vuole sentire parlare di anteprima. L’allungo decisivo è affidato anche a una serie di applicazioni già disponibili. Contando sull’intero ecosistema completo di ambiente cloud Azure e ambiente di sviluppo, gli esempi pratici non mancano, dalla Sanità all’assistenza tecnica.

Come facile prevedere, di livello professionale anche il prezzo. Gli HoloLens 2 costeranno infatti 3.500 dollari. In arrivo per una data ancora non meglio precisata nel corso dell’anno, non vedono l’Italia tra Paesi inclusi nella prima fascia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *