La realtà virtuale NordicTrack trasforma in gioco la fatica della cyclette






Sfruttando il visore HTC Vive Focus, il sistema simula diversi scenari interattivi e scaccia la noia degli allenamenti al chiuso

Solo chi per una ragione o per l’altra passa diverse ore su una cyclette o su dei rulli per bicicletta sa quanta forza di volontà sia necessaria per riuscire a sconfiggere la noia e portare a termine ogni allenamento.

Non a caso, da qualche anno a questa parte si stanno facendo sempre più strada diversi sistemi di simulazione, per dare l’illusione di pedalare attraverso scenari reali. Al CES, NordikTrack è andata oltre, iniziando a esplorare nuove strade.

Se non proprio letteralmente, almeno virtualmente. Perché VR Bike è a tutti gli effetti un sistema di realtà virtuale costruito espressamente per rendere più stimolante il tenersi in forma. L’idea è in pratica allargare il coinvolgimento comunque limitato reso possibile da un TV o da un monitor per PC, liberando anche proprio dalla necessità di allenarsi davanti a uno schermo e trasormando la situazione in gioco.

Con il visore, la fatica diventa divertimento

Il sistema NordicTrack si appoggia a un visore HTC Vive Focus VR, sistema wireless capace di garantire la necessaria libertà di movimento. Sfruttando l’indole della realtà virtuale, al momento fortemente orientata ai videogiochi, l’idea è andare oltre il semplice supporto emotivo allo sforzo, trasformando la sessione in un gioco, miscelando così fitness e fantasia.

Inoltre, aspetto non secondario, l’obiettivo è dare il via a un nuovo filone per la realtà virtuale, sempre alla ricerca di un vero campo di applicazione esteso, capace di favorirne una piena diffusione e incentivarne l’evoluzione tecnologica. Riducendo di conseguenza anche gli ancora alti prezzi di accesso.

In pratica, sfruttando per la connessione la tecnologia proprietaria iFit, VR Bike registra gli sforzi effettuati, in base alle impostazioni desiderate. Questi, vengono quindi trasportati nello scenario di gioco proposto, tenendo traccia dei progressi. Si può così salire a livelli superiori e affrontare sfide più impegnative.

La simulazione dei tracciati prevede salite e discese fino al 10%, adattando anche la posizione della bicicletta alla conformazione del percorso. Inoltre, una ventola con intensità variabile a seconda della velocità aumenterà il realismo, ma più probabilmente risultaera gradita anche per combattere gli effetti dello sforzo.

Pedalare diventa un gioco

Per entrare nella piena atmosfera dei videogame, NordicTrack ha già messo a punto i primi tre scenari di gioco. Un primo di ambientazione spaziale, dove l’astronauta viaggerà all’interno del mondo Steampunk . Un secondo, The Last Rider, alle prese con zombi in una landa desolata e apocalittica. Infine, Bike Messenger più vicino a una situazione reale, dove bisogna destreggiarsi tra persone, edifici e auto muovendosi su una mappa digitale.

Inoltre, il sistema NordicTrack VR  può collegarsi direttamente agli istruttori personali iFit per ottenere indicazioni sugli allenamenti o affidare del tutto all’esperto la regolazione dei parametri della cyclette. Il sistema può così impostare in automatico inclinazione, e resistenza della bici in risposta ai comandi del personal trainer.

L’arrivo della VR Bike sul mercato è previsto per la prossima estate, a un prezzo che tuttavia potrebbe scoraggiare i più. Bicicletta visore, software e abbonamenti iFit per un anno costeranno infatti 1.999 dollari.

Pubblicato il: 11 Gennaio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *