Combinare arte e tencologia, la sfida Xiaomi nel disegnare Mi MIX 3

Un nuovo sblocco magnetico brevettato e materiali ricercati per il design lanciano la sfida al vertice

Giusto il tempo di coprire la distanza con il Paese d’origine, e anche in Italia arriverà presto il nuovo smartphone più ambizioso di Xiaomi. Dopo l’annuncio ufficiale dello scorso 25 ottobre al Palace Museum di Pechino, Mi MIX 3 lancia infatti una nuova sfida alla fascia alta del mercato, con ricerca molto attenta nei dettagli di design e funzionalità senza compromessi.

Oltre a un display full-screen AMOLED FHD+ Samsung da 6,39”, con una risoluzione di 2.340×1.080 pixel in un rapporto 19,5:9, Mi MIX 3 propone infatti un retro in ceramica, curvo su tutti e quattro i lati. Soprattutto però, solleva curiosità il sistema di sblocco a scorrimento magnetico. Un brevetto che incorpora magneti al neodimio opportunamente calibrati e supera il lettore di impronte dedicato.

Massima attenzione naturalmente alla sezione fotografica. La doppia fotocamera posteriore ha sensori da 12 MP. Per migliorare ulteriormente le prestazioni in ambienti poco illuminati, Xiaomi ha introdotto una modalità di ripresa notturna a mano libera combinando diverse funzioni, tra cui la riduzione del rumore hardware multi-frame, e nuovi sistemi per misurazione della luce, stabilizzazione e calibrazione. Il modulo frontale è invece la combinazione di 24 MP+2 MP, con sensore principale Sony IMX576.

Nell’occasione, i progettisti Xiaomi hanno optato anche per un pulsante sul lato sinistro dello smartphone attraverso il quale attivare il proprio  l’assistente vocale Xiao Ai. Ancora non disponibili configurazioni disponibili (in occasione della presentazione mostrato però un modello Mi MIX 3 con 10 GB di RAM) e il prezzo.

Pubblicato il: 1 novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.