Non solo giochi, la mixed reality Hevolus sta facendo un ottimo lavoro

Dall’industria all’arredo virtuale, le applicazioni costruite sugli Hololens aprono nuove strade

Se i videogame al momento restano la frontiera più conosciuta per la realtà aumentata, dal punto di vista delle prospettive di vendita e diffusione a lungo termine, la vera partita si gioca anche nel mondo industriale e nelle vendite al dettaglio. Assistenza da remoto, formazione e affidabilità degli impianti sono opportunità sfruttate già oggi, anche se solo agli inizi. A unire i due mondi, spesso la componente hardware, a partire dai visori.

Tra le testimonianze più interessanti, al momento spicca quella di Gruppo Würth, per la quale Hevolus ha realizzato un progetto innovativo.

L’idea costruita intorno alle due soluzioni HoloWarehouse e HoloMaintenance fa infatti perno sugli Hololens, la scommessa Microsoft nel settore.  HoloWarehouse è in pratica un’app di mixed reality espressamente disegnata per il visore Microsoft e pensata per la presentazione e configurazione delle soluzioni logistiche. Holomaintenance invece si rivolge alla gestione di attività post-vendita di manutenzione e assistenza remota.

Sicurezza sul lavoro e lavori sicuri

Grazie ad HoloWarehouse, si punta per esempio a rendere più facile per un’azienda meccanica capire in che modo potenziare la sicurezza degli ambienti di lavoro. Esattamente quanto hanno già la possibilità di sperimentare i clienti Würth, installando nei propri stabilimenti di produzione i distributori automatici per l’antinfortunistica. I benefici della tecnologia si manifestano attraverso un ologramma 3D del distributore per mostrarne il funzionamento. Al passaggio di un badge elettronico, il dispenser eroga al lavoratore l’equipaggiamento di sicurezza personalizzato in base alla mansione lavorativa. Per l’azienda, significa anche garantire il tracciamento quotidiano dei prodotti stoccati e gestire meglio i riordini.

In caso di guasti o malfunzionamenti, interviene invece HoloMaintenance. Würth riesce a gestire più velocemente gli interventi di manutenzione o riparazione del distributore in modo diretto, ottenendo le informazioni necessarie dall’ologramma 3D o in modalità remota, chiamando in videoconferenza il supporto tecnico specializzato. Grazie agli Hololens, questo avrà esattamente la stessa visuale dell’operatore e indirizzarne quindi diagnosi e procedure di intervento.

Arredi tutti da provare

Hevolus non è certo nuova a soluzioni del genere. L’esperienza in materia di realtà aumentata ha infatti permesso di realizzare diversi altri progetti. Tra i più interessanti, la soluzione Photoplanner studiata per Natuzzi. Andando in negozio con una fotografia dell’ambiente domestico da arredare, una volta indossato un visore, si potrà letteralmente provare dal vivo l’impatto dei mobili, con relativi colori.

Pubblicato il: 11 Ottobre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *