Watch 4, la cura Apple per ribadire il ruolo da protagonista

Novità interessanti dietro il bel design del nuovo smartphone, dall’elettrocardiogramma al walkie-talkie

Era ormai qualche tempo che in casa Apple non si sentira più di tanto parlare di Watch. Lo smartwatch dalle grandi ambizioni sembrava finito in disparte dietro i grandi progetti di smartphone sempre capaci di calamitare l’attenzione.

Quando si parla di Apple però, è bene non dare niente per scontato, nonostante l’ormai tradizionale serie di anticipazioni, pilotate ad arte, sui nuovi annunci. Qualcosa di nuovo nell’aria c’era, e non riguardava solo la nuova serie di iPhone Xs, Xs Mar e Xr. Puntualmente, le attese non sono andate deluse e Watch 4 non deluderà i fedelissimi del marchio di Cupertino.

Estetica di classe Apple

Decisamente bello nel design, rinnovato nei dettagli solo all’apparenza. In effetti, i ritocchi sono minimi, è tuttavia l’insieme a produrre un risultato equilibrato e al tempo stesso innovativo, Lavorando di fino sui particolari, la superficie del display è aumentata del 30%, mentre l’integrazione con la cassa è diventata praticamente totale, una linea continua di indubbia eleganza. Aspetto più importante, tutto questo con una riduzione di ingombro e peso complessivi. Le due versioni di Watch 4 proposte misurano infatti 40 mm e 44 mm di diagonale.

L’impegnativo lavoro di riprogettazione è proseguito anche all’interno, non prima però, di una accurata scelta dei materiali per la cassa, tra cui anche la ceramica, utili a favorire la trasmissione dei dati. Il chip S4 ha un’architettura a 64 bit dual core. A detta di Apple, raddoppiando le prestazioni senza intaccare l’autonomia.

Due gli aspetti più rilevanti sotto il profilo delle funzionalità. Prima di tutto un netto miglioramento della componente audio, a supporto non solo di chiamate e messaggi vocali, ma soprattutto per imprimere un’ulteriore spinta in avanti a Siri, l’interfaccia vocale. Non ha caso, tra gli annunci, spazio anche per NomePod, il sistema per la domotica.

Parte la sfida della telemedicina

La vera novità che accompagna l’arrivo del sistema operativo watchOS5 è però la conferma di una tra le più importanti sfide del mondo smartwatch, l’attendibilità in campo medico. Watch 4 infatti non si limita a leggere il battito cardiaco. Il nuovo sensore riesce ad andare oltre, inviando all’appa i dati utili a individuare aritmie. In pratica, si dice in grado di effettuare un vero e proprio elettrocardiogramma, con tanto di prima certificazione FDA. In ogni caso uno strumento certamente utile a cogliere i primi segnali di una possibile fibrillazione. Nel caso, se l’orologio non rileva alcun movimento da parte dell’utente per oltre un minuto dopo la notifica, può effettuare in automatico una chiamata ai servizi di emergenza, indicando il luogo.

Per evitare di arrivare a questo punto però, Watch4 aumenta anche l’attenzione verso l’attività sportiva. Alla immancabile crescita nel numero di attività riconosciute in automatico, affianca un’autonomia fio a sei ore con il GPS attivo, a supporto delle discipline di lunga durata.

Da Watch a Watch

Ultima interessante novità per il nuovo smartwatch, la funzione Walkie-Talkie. Limitata naturalmente ai dispositivi Apple, permette la comunicazione diretta senza necessariamente passare da iPhone via Wi-Fi, via LTE, naturalmente per la versione con SIM integrata.

Il tutto, con un’interfaccia a corredo in pieno stile Apple, Vale a dire, ridisegnata con stile, elegante ma senza eccessi. Ricca di informazioni già a partire dal quadrante, riesce tuttavia ad attirare l’attenzione senza risultare invadente.

Il prezzo della qualità

Come sempre però, quando si tratta di Apple il prezzo richiede sempre uno sforzo in più e Watch 4 non ha nessuna intenzione di interrompere questa tradizione. La versione completa di GPS e connessione LTE costa infatti 499 euro, almeno cento in più delle proposte di stesso livello presenti sul mercato. Per risparmiare cento euro, scendendo così a 399 euro, è necessari rinunciare a SIM e localizzazione. Nell’occasione però, scende a 279 euro Watch 3, anche se per i fedelissimi probabilmente a questo punto saprà troppo di superato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *