NFUI 8.0, l’Oreo su misura per Neffos marcato TP-Link

Dove la maggior parte dei produttori punta sulla forza del proprio marchio o sulle caratteristiche tecniche di uno smartphone, TP-Link prova a battere una strada diversa e meno scontata, la personalizzazione spinta di Android.

NFUI 8.0 è infatti  la nuova interfaccia sviluppata in esclusiva per gli smartphone Neffos con base Android 8.0 Oreo. L’idea ha preso spunto dal desiderio TP-Link di razionalizzare l’uso da parte dell’utente. Il risultato è un’interfaccia con un minor numero di elementi sullo schermo e un diverso uso delle cromie e delle trasparenze.

Tra le novità più evidenti, non serve più inserire la password per accedere a reti Wi-Fi condivise. in favore di un codice QR. Gesture Control permette invece di impostare gesti personalizzati. Per esempio, per accendere il display basta un doppio tap sullo schermo, per aprire un’applicazione è possibile disegnare a schermo spento il simbolo associato all’app, mentre per realizzare un long screenshot è sufficiente scrollare con tre dita sul display.

Interessante anche App Cloner, una funzione pensata per quando si utilizzano due SIM. Si tratta della possibilità di creare una copia totalmente indipendente dell’app originale (per esempio Whatsapp) e di posizionarla sulla schermata principale, così da poter gestire contemporaneamente due account.

Non poteva inoltre mancare un riferimento alla tanto di moda intelligenza artificiale. Dalla collaborazione con SenseTime è scaturita la funzione Face Unlock. Nei dispositivi Neffos supportati, questa, scannerizza 106 punti del viso per lo sblocco.

Un pensiero anche al punto dolente per eccellenza degli smartphone, l’autonomia. NFUI 8.0 permette di chiudere le app inutilizzate in background e scegliere tra due modalità – Smart Power Saving e Ultra Power Saving – per risparmiare energia a seconda delle necessità.

Infine, nuove funzionalità dell’app fotocamera, con algoritmi per  avere una resa migliore nei ritratti e sfruttare al meglio il Beautify Mode e l’effetto bokeh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *