Non c’è tempo da perdere per Samsung con la nuova sfida Galaxy Watch

A poche settimane dall’annuncio, arriva il nuovo smartwatch dal design classico ma ricco di novità

Con ambizioni almeno uguali se non di più, ma risultati ancora inferiori al successo nel mondo smartphone, Samsung affida al nuovo Galaxy Watch la voglia di rivincita. Arriva infatti oggi in Italia il nuovo dispositivo indossabile, proposto in due dimensioni del quadrante (42 mm e 46 mm ) con display Corning Gorilla Glass DX+ e tre colorazioni Silver, Midnight Black e Rose Gold, oltre a nuovi colori per il cinturino. Altrettanto ambiziosi i prezzi, compresi tra 309 euro e 399 euro.

Fedeli a un design di ispirazione tradizionale, uno dei primi aspetti sui quali si sono concentrati progettisti coreani è l’autonomia, nominalmente portata a ottanta ore, comunque in linea con i modelli concorrenti, se si esclude l’uso del GPS.

In linea con la tendenza del settore a scovare nuove funzionalità nel mondo del fitness, aspetto tra i più apprezzati in uno smartwatch, Samsung ha introdotto un monitoraggio per la gestione dello stress, rilevandone automaticamente i livelli e proponendo esercizi di respirazione per aiutare a restare calmi e concentrati. Non manca inoltre, un rinnovato sistema di monitoraggio del sonno, per aiutare a regolare le proprie abitudini e migliorare lo stato psicofisico.

Da questo, si trova lo spunto per proporre e raggiungere altri obiettivi di salute e benessere, anche a livello di fitness. Galaxy Watch prevede 21 nuovi esercizi indoor, per un totale di 39 allenamenti monitorabili, utili a personalizzare e cambiare le proprie routine, mantenendo quindi la motivazione nel lungo periodo.

Sul fronte nutrizionale, controllo intuitivo delle calorie e avvisi personalizzati. Inoltre, è possibile tenere traccia dei pasti utilizzando Bixby Vision in abbinamento allo smartphone. Si scatta una foto di ogni pasto e si registrano le informazioni nutrizionali nell’app Health, alla quale Watch attingerà per una migliore gestione delle calorie.

Classico solo nell’aspetto

La continuità inseguita sul fronte del design non impedisce di sperimentare anche nuovi accorgimenti. Alla ghiera girevole Galaxy Watch affianca così un display Always On rivolto a migliorare la facilità d’uso, ma dal quale arriva anche la vera sfida per l’autonomia promessa. Per la prima volta inoltre, Watch offre la curiosa opzione per attivare il caratteristico ticchettio degli orologi analogici e segnali acustici orari.

Tra tante funzionalità in diretta concorrenza con quelle simili offerte dai rivali, Samsung riesce a metterne in capo anche una meno scontata. In combinazione con SmartThings, Watch strizza l’occhio alla domotica. Per esempio con un tocco per accendere le luci e la TV al mattino o per regolare la temperatura di casa prima di dormire;

Nei prossimi mesi infine, Watch sarà disponibile anche in versionecon connettività LTE, con e-SIM integrata e rendersi così completamente svincolato dallo smartphone anche per le notifiche.

Pubblicato il: 7 Settembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.