La mixed reality pronta a mettere in gioco un futuro tutto da sfruttare

Il settore in rapida crescita offrirà presto una nuova generazione di videogame e opportunità per investire

Viaggia sempre più deciso in direzione della mixed reality, il futuro delle applicazioni virtuali e relativi sistemi indossabili. Per la realtà virtuale fine a sè stessa in particolare, il destino appare ormai relegato al mondo dei videogiochi o poco più, comunque messa in discussione dalla maggiore attrattività di scenari reali modificati e non totalmente artificiali.

La conclusione emerge chiaramente dall’ultimo studio Juniper Research, dove si stima in 9 miliardi di dollari  il valore del mercato software della realtà mista entro il 2022. Partendo dal valore attuale di 3 miliardi di dollari raggiungibili entro la fine dell’anno, si parla di una crescita del 212% durante i prossimi quattro anno. La capacità di sovrapporsi a oggetti e scenari reali e la possibilità di interazione sono gli elementi trainanti di questa tendenza

La ricerca Augmented & Mixed Reality: Innovation, Disruption & Future Prospects 2018-2022, individua anche nella crescente attenzione da parte dei probabili protagonisti del settore una garanzia per chi intende investire nei prossimi anni. Sulla spinta di Apple Google e Facebook infatti, il solo mercato dei videogiochi arriverà a valere 2,3 miliardi di dollari, sempre entro il 2022. In particolare, grande attesa per l’integrazione con Google Maps e una nuova generazione di giochi location based.

Altrettanto importante il contributo atteso dai social media, intorno ai quali si creerà presto un giro di affari del valore di 6 miliardi di dollari. Sarà ancora una volta la pubblicità il vettore principale, generando il 98% degli introiti, grazie a un nuovo modello meglio integrato e con scenari personalizzati proposti all’utente.

Premessa fondamentale affinchè tutto questo avvenga è uno sviluppo esteso della rete 5G. Si giustifica anche in questo modo la grande attenzione del settore per accelerare i tempi del nuovo passaggio generazionale di connettività. Juniper Research vede inoltre la prospettiva di affermare definitivamente su larga scala anche i sistemi di riconoscimento vocale, a partire da Alexa e Google Assistant, usati per interagire con le applicazioni di mixed reality, in combinazione con microfoni direzionali e traduttori automatici.

Pubblicato il: 16 Aprile 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.