Anche in Italia, MyEye affronta la sfida di una vista senza confini

Compagni di viaggio quasi irrinunciabili quando si raggiunge una certa età, per tanti arrivati a un certo punto gli occhiali non sono più sufficienti. Dove fino a oggi il passare del tempo scandisce un crescendo di difficoltà nella lettura, ora la tecnologia può aiutare a superare il problema.

OrCam Technologies è infatti pronta a lanciare sul mercato italiano MyEye 2.0, un dispositivo indossabile dal perso di 28 grammi, da fissare con clip magnetica all’asticella di qualsiasi tipo di occhiale, da vista o da sole. Al momento, l’unico in grado di attivarsi in modo intuitivo, riconoscendo un movimento, come per esempio puntare il dito, oppure semplicemente seguendo il campo visivo di chi lo indossa. Il tutto senza dover usare le mani e senza la necessità di avere a portata di mano uno smartphone o una connessione Wi-Fi.

MyEye 2.0 si affida agli sviluppi più avanzati in fatto di tecnologia assistiva per la visione artificiale, ponendo inoltre le basi per la nascente gesture technology, l’attivazione di funzioni e operazioni interpretando i gesti.

Diverse le possibilità. Dal leggere in tempo reale testi stampati e in formato digitale, su qualsiasi superficie (quotidiani, riviste, libri, menù di ristoranti, insegne, etichette, schermi di smartphone e computer), al captare la presenza di una persona nel campo visivo della smartcamera. Inoltre, una volta memorizzata in archivio, riconoscla istantaneamente, per una piena autonomia anche fuori casa o in mezzo a tante persone. Inoltre, identifica prodotti di consumo, colori e banconote, aumentando il livello di autonomia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.