Per il cliente moderno, la realtà aumentata acquista rapidamente importanza

Già nel corso dell’anno, prenderanno piede le tecnologie di personalizazione del rapporto con un marchio

In un contesto dove la tecnologia continua a guadagnare spazi nel quotidiano, la multicanalità, l’abitudine a collegarsi alla Rete e comunicare usando gli stessi strumenti da dispositivi diversi, è diventata ormai la regola per sei italiani su dieci soprattutto in fase di acquisti.

Da una parte, questo ha certamente migliorato la vita dei consumatori. Al tempo stesso però, ha contribuito a renderli più esigenti. In particolare, nell’utente cresce l’esigenza di ricevere informazioni personalizzate e adeguate al proprio profilo, nel momento in cui lo si desidera.

Facile immaginare come da questo scenario scaturiranno già nel corso dell’anno, tecnologie nuove, dove il mondo dei dispositivi indossabili occupa uno spazio importante. Secondo Liferay infatti, tra le principali tendenze del 2018 i ci sono Intelligenza artificiale, assistenti virtuali o chatbot e realtà aumentata. Nel primo caso, si parla di sistemi informatici in grado di prendere decisioni basate sui dati, con un meccanismo di funzionamento molto simile a quello del cervello umano. Applicato all’utente, significa in pratica aumentare la capacità di personalizzare le offerte e anticipare le necessità.

Gli assistenti virtuali invece, in particolare sotto forma di chatbot, saranno sempre più utilizzati, soprattutto per svolgere funzioni di supporto al cliente, rispondendo immediatamente alle sue richieste, senza ricorrere ai costosi e non sempre efficienti call center. Secondo Gartner, oltre l’85% dei centri di assistenza telefonica sarà virtuale entro il 2020.

Uno dei protagonisti principali sarà però la realtà aumentata, destinata a essere impiegata da un numero sempre maggiore di marchi, al fine di migliorare l’interazione con l’utente. Per esempio, nel mercato retail campagne pubblicitarie ad alto impatto basate su realtà aumentata sono destinate a diventare la regola. Con anche un maggior numero di contenuti educativi, cataloghi di prodotti e nuove applicazioni legate all’intrattenimento.

Liferay vede queste tendenze pronte a diventare un fattore di differenziazione in termini di competitività. Attualmente infatti, i clienti si aspettano di sperimentare un maggior dialogo con le aziende e ricevere servizi in qualunque luogo e nel momento in cui lo desiderano. Cercheranno inoltre una maggiore interattività, premiando i marchi con il maggiore impatto visivo e soprattutto quelli con un approccio personalizzato, in grado di anticipare gusti e preferenze.

Pubblicato il: 21 Feb 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *