Con il passare degli anni, il cuore Fitbit va piano per arrivare lontano

Superati i 40, la frequenza cardiaca rallenta, soprattutto in Italia. Per gli uomini, più delle donne

La sensazione di un rallentamento nel battito cardiaco non è necessariamente un segnale negativo. Anzi, per chi ha superato la soglia dei quarant’anni, con buona probabilità si tratta di un fattore fisiologico. È una delle considerazioni più importanti alle quali sono arrivati gli esperti Fitbit, dopo aver fatto analizzare i milioni di dati trasmessi in forma anonima dagli utenti dei dispositivi Alta HR, Charge 2, Blaze e Ionic. Dopo diciotto mesi di lavoro sul campo, un primo interessante risultato della tecnologia di rilevamento PurePulse.

Più precisamente, sopra la quarantina la frequenza cardiaca a riposo tende a diminuire. Negli uomini, in misura più accentuata rispetto alle donne, con una differenza media di tre battiti al minuto. Altro aspetto curioso, gli utenti Fitbit negli Stati Uniti e a Singapore presentano livelli più alti rispetto agli altri Paesi, con 65,9 battiti al minuto. Per quanto riguarda l’Italia, un duro colpo alla reputazione di popolo sanguigno. Il livello di 61,9 è infatti tra i più bassi rilevati nei 15 Paesi analizzati in dettaglio.

I benefici della tecnologia Fitibit e dei dispositivi wearable per il fitness in generale, iniziano a manifestarsi in maniera evidente. In particolare, dallo studio affidato agli specialisti di BusinessWire emerge una maggiore consapevolezza da parte degli utenti verso questi aspetti della salute. In ogni caso, rassicura l’American Heart Association, una frequenza cardiaca a riposo compresa tra 60 e 100 è da considerarsi nella norma. D’altra parte, più si è vicini al valore minimo, migliore è l’efficienza delle funzioni cardiache e cardiovascolari.

Attualmente, ammontano a 108 milioni le ore tracciate da tutti gli utenti Fitbit, per un totale di 25 milioni di persone attive.

Pubblicato il: 20 febbraio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.