Nelle braccia di Ava ogni bambino è sempre il benvenuto

Tecnologia svizzera a forma di bracciale per un sistema innovativo di controllo della fertilità

Tra i tantissimi ambiti di applicazione delle tecnologie wearable, da Zurigo ne arriva è sicuramente una delle più originali. Al tempo stesso, anche delle più innovative, capace di migliorare la qualità della vita in almeno un paio di situazioni. Non solo delle donne, a cui Ava è rivolto. Le stesse infatti legate al concepimento di un bambino, sia quando si incontrino difficoltà nel raggiungerlo sia quando si preferisca invece rimandare.

L’azienda è arrivata per gradi alla soluzione attuale di un bracciale intelligente, traendo ispirazione dai sistemi considerati vetusti nel controllo del ciclo mestruale e partendo dalla semplice ricerca di una soluzione in grado di offrire un aiuto affidandosi a strumenti più moderni.

Affidabilità e innovazione sono quindi la combinazione inseguita da Ava. Durante il sonno, i sensori integrati nel bracciale raccolgono dati di nove parametri fisiologici. Parametri inviati via smartphone al relativo algoritmo, al fine di individuare prima di tutto il periodo fertile.

Dove altri metodi di rilevamento della fertilità in genere si basano su un singolo parametro, coprendo quindi un’immagine parziale,  Ava garantisce di rilevare i primissimi segni dell’inizio del periodo e confermarne  la conclusione.

Portato sul mercato al termine di un periodo di sperimentazione, il bracciale si affida ai risultati di uno studio presentato nel giugno 2016 al Congresso annuale della Società svizzera di ginecologia e ostetricia e nell’ottobre 2016 al Congresso annuale della Società tedesca di ginecologia e ostetricia.

Di ispirazione svizzera, Ava è stato creato da un team di medici e ricercatori impegnati a migliorare la conoscenza scientifica del ciclo mestruale. È totalmente diverso dai test di ormone luteinizzante, che possono rilevare solo l’ultimo giorno o gli ultimi due giorni del periodo fertile, e dal metodo della temperatura, che può registrare l’ovulazione solo una volta avvenuta. Permette invece alle donne di capire meglio come il proprio ciclo incida sulla tua salute, grazie a funzioni come registrazione dei sintomi, analisi dei trend, grafici e altro ancora. In particolare, l’analisi dei trend consente di scoprire come il ciclo mestruale influisca sullo stato d’animo femminile. In pratica, sarà possibile dire addio a misurazioni della temperatura o alla scomodità di urinare su uno stick. Chi pensasse che tutto questo sarà da pagare a caro prezzo, di fronte ai 39,99 euro avrà un’ulteriore ragione per provarlo.

Pubblicato il: 1 febbraio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *