Parte dalla Russia l’esportazione Huawei di Pay

Anche Huawei ha deciso di rompere gli indugi nel promettente settore di pagamenti online, giocando la rischiosa carta della soluzione fai da te. L’azienda ha firmato infatti un accordo di collaborazione con UnionPay International per estendere Huawei Pay e accelerarne l’introduzione a livello globale.

Tra non molto, sarà quindi possibile effettuare pagamenti aggiungendo le coordinate bancarie UnionPay da un telefono abilitato al servizio, avvicinando il proprio dispositivo a un terminale POS compatibile.

Attualmente, Huawei Pay è supportato da 66 istituti bancari ed è compatibile con 20 modelli di dispositivi mobili. Nel 2017 sono stati effettuati pagamenti per un valore di 4 miliardi di Yuan.

La Russia sarà il primo mercato al di fuori della Cina a lanciare questo servizio. Attualmente le carte bancarie UnionPay sono accettate nell’85% del territorio russo, con oltre 400mila terminali POS. Solo in un secondo tempo, al momento non ancora precisato, si procederà all’estensione anche in Europa.

Pubblicato il: 31 Gennaio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *