L’orecchio allenato da Oticon non ha paura di guardare la vita da fuori

Il sistema premiato al CES apre nuove frontiere nella gestione dei problemi acustici

Le funzioni audio e i relativi dispositivi sono tra i campi del mondo wearable capaci di attirare la maggiore attenzione degli sviluppatori. D’altra parte, questo studio mirato e approfondito dell’organismo umano sotto un nuovo punto di vista offre a sua volta nuovi prospettive al delicato mondo degli apparecchi acustici.

Molto interessante in quest’ottica il progetto di Oticon presentato di recente dal CES di Las Vegas e vincitore dell’Innovation Award nella categoria Software and Mobile Apps. Partendo da un approccio più esteso, HearingFitness riesce ad aprire nuove frontiere per curare un problema molto più diffuso di quanto di possa immaginare. Soprattutto offre una prospettiva insolita, grazie alla quale inseguire un salto di qualità.

L’idea è semplice, raccogliere informazioni d’uso sul campo per capire meglio quali siano gli aspetti verso cui orientare la ricerca e approfondire meglio quanto le tecnologie attuali si rivelino realmente un supporto valido.

In pratica HearingFitness è l’app collegata al sistema di apparecchi acustici connessi Oticon Opn. Ogni movimento e ogni situazione viene così tracciata al fine di inquadrare meglio gli ambienti. Durata d’utilizzo, sforzo per riuscire a captare l’audio, permettono di tracciare profili personalizzati.  Soprattutto, si agisce sull’insieme degli altri parametri tradizionalmente rilevati dai sistemi wearable per lavorare in un’ottica di insieme. La convinzione è infatti che migliorando il benessere complessivo della persona, anche singoli aspetti come l’udito possano trarne benefici. Per esempio, in ambienti aperti passare dalla selezione della fonte sonora isolando tutto il resto a una combinazione più realistica di tutti i suoni ambientali e poter quindi seguire anche i discorsi tra più persone. Potenzialità non trascurabili anche nella quotidianità, garantendo anche a chi fa sport all’aperto di essere sempre cosciente della situazione circostante

Inoltre coinvolgendo direttamente il paziente nella cura di sè stesso HearingFitness non nasconde l’ambizione di offrire addirittura il proprio contributo a migliorare la qualità di vita e contrastare malattie come la demenza, secondo studi recenti, collegate direttamente alla facoltà di ascoltare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *