Tra smartphone e PC, nella realtà virtuale scende in campo Zeiss

Il visore VR One Connect di nuova concezione adotta una connessione diretta e farà leva anche sul prezzo

Tra le prime novità interessanti del CES 2018, un nuovo importante arrivo nel mondo della realtà virtuale. Della partita vuole infatti entrare a farne parte anche Zeiss, puntando sulla grande esperienza sviluppata nel mondo delle ottiche.

Il primo risultato di rilievo è VR One Connect, presentato come il primo visore in grado di colmare la distanza le periferiche di gioco connesse fisicamente al PC e i dispositivi destinati al mondo mobile. La soluzione è stata collegare direttamente al PC lo smartphone inserito nel visore.

Pu considerando comunque il vincolo fisico al PC, in questo modo, l’obiettivo è garantire al giocatore maggiore libertà di azione e quindi aumentare il livello di interazione, sfruttando le prestazioni di un computer. Inoltre, porta verso una realtà virtuale con migliore qualità grafica. Compatibile con IOS e Android, VR One Connect promette battaglia anche sul prezzo, fissato in 219 dollari quando arriverà sul mercato a primavera, a partire dagli USA.

Lo smartphone viene inserito nell’apposito alloggiamento del visore e collegato via USB al computer compatibile con i sistemi di realtà virtuale e accedere così ai videogiochi della piattaforma SteamVR. La connessione tra i due controller 3DoF e lo smartphone è invece Bluetooth.

L’obiettivo dichiarato dell’azienda è riuscire a portare la realtà virtuale fuori dall’attuale mercato di nicchia per poter contare su numeri più grandi. Va in questo senso anche la decisione di puntare su un prezzo contenuto, aspetto non scontato per un’azienda storicamente votata invece a chiedere un corrispettivo più alto per i proprio standard qualitativi.

Pubblicato il: 9 Gen 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *