Cloud e mappe, gli strumenti Microsoft e Tom Tom per costruire nuove applicazioni

La collaborazione tra Tom Tom e Microsoft avviata circa un anno fa inizia produrre risultati. A breve infatti, gli sviluppatori sulla piattaforma cloud Azure potranno integrare i servizi di localizzazione direttamente nelle applicazioni.

Per l’utente questo significherà poter contare su un maggior numero di funzionalità in diversi ambiti, a partire dal traffico e da tutto quanto ruota intorno alle mappe. Dal canto suo Tom Tom metterà a disposizione anche l’enorme potenziale delle informazioni raccolte sul campo dai propri utenti, al fine di rendere più affidabili le prestazioni dei nuovi software.

Prospettive interessanti si aprono inoltre nel settore più generico delle smart city, a partire dalle autovetture connesse. Le potenzialità di calcolo di Azure aiuteranno a migliorare i flussi del traffico o segnalare per tempo percorsi alternativi in caso di incidenti, ma anche allertare gli automobilisti in presenza di pericoli. I servizi di localizzazione andranno invece a vantaggio della logistica di corrieri e trasportatori di merci. I pendolari infine, troveranno presto nuovi strumenti per ottimizzare il tragitto casa-lavoro e ritorno.

Pubblicato il: 1 dicembre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.