Solo chi ne ha uno può capire il piacere di una vita da cani, e Weggit lo sa

Un collare intelligente per avvicinare ancora di più padroni e animali, progettato esclusivamente da proprietari

Non c’era certamente bisogno di strumenti come Facebook per capire quanto si possa volere bene al proprio cane. Grazie a Facebook però, è più facile capire cosa rappresenti un amico a quattro zampe in termini di affetto e compagnia. Per questo, trovarsi a doverne improvvisamente rinunciare è una delle prospettive peggiori. D’altra parte, tenerli sempre al guinzaglio una volta fuori di casa può risultare decisamente troppo restrittivo per un animale con tanta voglia di scaricare la propria energia quanta può averne un umano.

Trovare una soluzione non è difficile, a condizione abbinare una ottima conoscenza del comportamento animale con la tecnologia. È esattamente questa la strategia di Waggit, startup composta esclusivamente da padroni di cani e anche grazie a questo capace di mettere a punto una soluzione tanto semplice quanto efficace.

Anche se per chi ci vive insieme la mancanza di parola di un cane non è necessariamente un limite, d’altra parte, il rischio che si perda è tutt’altro che remoto. Dal momento che tutti i cani in genere indossano un collare, da qui a realizzarne uno dotato di sistema di localizzazione il passo è stato decisamente breve.

Limitarsi a questo però, sarebbe riduttivo e neppure particolarmente innovativo. Il vero amante dei cani è anche  sempre attento allo stato di salute dell’animale. Aggiungere al collare una serie di funzionalità a tutela delle condizioni generali, è stato un passo ulteriore poco più che scontato. Aspetto da non sottovalutare, con un contributo importante alla prevenzione. Tradotto in soldi, risparmi su visite al veterinario e relative cure. Considerazione utile anche ad affrontare la spesa di 169 dollari.

In pratica, Weggit interpreta il principio di collare intelligente portandolo a un livello superiore. L’elettronica racchiusa in un involucro poco più grande di una fibbia, fa sì che l’aspetto non sii discosti da quelli usuali. In più però, spazio a una serie di informazioni preziose per la salute del cane. E la serenità della relativa famiglia.

L’app di collegamento allo smartphone segnala prima di tutto i cambiamenti di temperatura corporea. Inoltre, aspetto difficile da monitorare, controlla i parametri del sonno, fondamentali a rilevare per tempo anomalie. Dopo un primo periodo di apprendimento, l’insieme di tutti i parametri fornisce un quadro in base al quale accorgersi per tempo di eventuali problemi. Per esempio, se il cane improvvisamente cambia la posizione in cui dorme o si riposa, può essere segnale di un fastidio sospetto. Stessa situazione, se l’attività giornaliera diminuisce. Seguendo ogni istante inoltre, diventa possibile anche capire se l’alimentazione è adeguata oppure se il numero di calorie somministrate necessita di una correzione

Tutto però, senza naturalmente dimenticare lo scopo principale di eliminare il rischio di perdere il proprio cane. Comprendendo tuttavia in pieno le esigenze di libertà, Waggit permette di tracciare una sorta di recinto virtuale. Una zona delimitata via GPS all’interno del quale l’amico a quattro zampe potrà muoversi senza generare alcuna preoccupazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *