A bordo di Olivetti, Satispay passa alla cassa e chiede strada

Un altro acquisto importante per il sistema di pagamento Satispay. A differenza della successione di annunci ormai abituali da parte di esercenti pronti ad adottare la tecnologia Apple però, con la decisione Olivetti di integrare Satispay direttamente in un registratore di cassa, le potenzialità si allargano a macchia d’olio. Considerando come Olivetti detenga infatti il 30% del mercato, più di un passo avanti si può ormai parlare di vera e propria svolta nei pagamenti.

Nettun@ 7000 plus è il registratore di cassa protagonista, dove oltre ai tradizionali metodi di pagamento per contanti o carte di credito sarà possibile sfruttare l’app. In favore di una probabile rapida diffusione, commissioni ampiamente inferiori a quelle abituali dei circuiti elettronici attuali, e la maggiore velocità nella registrazione.

Per l’utente quindi, la possibilità di regolare gli acquisti accostando lo smartphone o lo smartwatch al relativo lettore, o in alternativa autorizzare espressamente dall’app. Per l’esercente, al costo di 20 centesimi di euro solo per le transazioni inferiori ai 10 euro, la disponibilità a fine giornata delle somme raccolte attraverso le vendite.

A luglio 2017, a un anno e mezzo dal lancio commerciale del servizio Satispay conta su 17mila negozi convenzionati in Italia, in aumento di circa 770 giorno,  e 250mila download dell’app, con 135mila utenti attivi con una media di utilizzo di 6-7 volte al mese.

Pubblicato il: 20 luglio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.