Un caloroso abbraccio con lo smartwatch, e la ricarica non serve più

La tecnologia termoelettrica sviluppata da Matrix Industries trasforma il calore umano in energia

Una tecnologia spaziale, neppure tanto nuova, promette di risolvere in modo definitivo i problemi di durata della batteria per i dispositivi a basso consumo, tra cui smartwatch e fitband. L’intuizione avuta da Matrix Industries di sfruttare il calore del corpo umano per la ricarica non può infatti considerarsi del tutto nuova. La tecnologia termoelettrica di base è conosciuta da tempo. Fino a oggi però, circoscritta ad applicazioni di nicchia e sviluppata soprattutto dalla NASA nella costruzione dei velivoli spaziali.

La diffusione di dispositivi a basso consumo ha però convinto i ricercatori californiani ad applicare la soluzione anche a prodotti di largo consumo. PowerWatch diventa così il primo smartwatch in grado di eliminare alla radice il problema della ricarica. Mantenendo invariato il ricco ventaglio di funzionalità della categoria, fornisce in più l’indicazione sulla quantità di energia istantanea prodotta dal corpo di chi lo indossa.

Anche una volta tolto dal polso, i dati restano al sicuro. Il dispositivo infatti si spegne in automatico, pronto a tornare attivo non appena rimesso al proprio posto.

L’energia sviluppata in questo modo non è effettivamente elevata. Lavorando sui consumi però, gli ingegneri sono riusciti a renderla sufficiente a superare ogni ostacolo. Nello stesso modo in cui il corpo umano produce calore con il movimento, un sensore termoelettrico è pronto a trasformarlo in ricarica.

Conteggio dei passi, monitoraggio del sonno, resistenza all’acqua fino a 50 metri e un calcolo delle calorie consumate che la società assicura essere più affidabile della media di mercato proprio grazie al rilevamento del calore prodotto, sono alcune delle informazioni elaborate dall’app dedicata. In particolare, viene proposto di condividere anche la quantità di energia prodotta, al fine di avviare poco probabili sfide con gli amici alla ricerca del componente più energetico del gruppo.

Interessante anche il prezzo, soprattutto se paragonato a prodotti della stessa categoria. I tre modelli con relative dotazioni e personalizzazioni, sono infatti compresi tra i 139 dollari e i 179 dollari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.