Otto app indispensabili nel corredo del perfetto Apple Watch

Le app migliori e più utili per lo smartwatch, sotto la lente dell’autorevole testata Wearable

Come ha sputo insegnare negli ultimi anni Apple, il successo di un oggetto innovativo non dipende solo da design e cura dei dettagli. Tra i grandi meriti dell’iPhone rientra infatti anche il grandissimo numero di app disponibili, per tutti i gusti e tutte le tasche. Una filosofia riportata praticamente identica anche su Apple Watch, con risultati forse al momento inferiori, ma con prospettive non tanto diverse.

Sono infatti circa 200mila le app disponibili su iTunes per gli smartwatch di casa Apple. Un numero di gran lunga superiore alle alternative più usate, nonostante qualche defezione importante, a partire dal ridotto impegno di Amazon e Google.

Dal punto di vista dell’utente, tanta offerta significa però al tempo stesso anche difficoltà di scelta. In loro soccorso, ha voluto intervenire la testata online statunitense Wearable, selezionando al termine di un lungo lavoro di analisi otto app da non perdere per altrettanti categorie d’uso. Per i più appassionati, un lavoro andato oltre, con cinquanta app recensite in un unico lavoro.

In testa all’elenco, un’app per sportivi, una tra le più attuali. Strava infatti, sta raccogliendo consensi crescenti anche in Italia, soprattutto tra gli appassionati di corsa e bicicletta. In particolare, apprezzata l’attesa integrazione con le funzionalità GPS . Valida nell’insieme, l’utilità dei dati riportati, anche se i conteggi delle distanze percorse rivelano ancora qualche inesattezza. La gratuità del pacchetto base contribuisce comunque a renderla una prima scelta in assoluto in fase di scaricamento e installazione

Sempre in tema sportivo, ma dall’altro lato rispetto alla pratica, Onefootball. La via migliore per non perdere nessun risultato o statistica. Anche nei momenti più formali, per l’appassionato l’unico problema sarà riuscire a trattenere le emozioni.

Per chi si lascia prendere troppo dai piaceri della vita sedentaria, la proposta è invece Carrot fit. L’app decisamente insolita per chi trova un supporto morale e pratico per una dieta, rivela i vantaggi inaspettati di un approccio informale al tema. Oltre ai classici consigli infatti, il meccanismo tutto Made in USA di riconoscimenti virtuali, presenta anche il rovescio della medaglia, con rimproveri e prese in giro al mancato raggiungimento delle scadenze.

Per chi, preso da tutte queste mansioni, rischia di dimenticarsi qualcosa, ecco arrivare in soccorso Cheatsheet. Un modo efficace per prendere appunti al volo. Soprattutto, un sistema per ricordarsi di averli presi. A suo vantaggio, la possibilità di operare in modo autonomo, senza necessità di avere sempre attiva la connessione con lo smartphone.

Streaks è la selezione  rivolta a chi va alla ricerca di uno stile di vita più salutare in senso lato. Senza l’invadenza tipica di altre app, si fa apprezzare per la programmazione a lungo termine, quella con i reali benefici sulla condizione fisica. In un periodo particolarmente felice per questo genere di app, una soluzione indipendente dal dispositivo capace di raccogliere molti consensi.

Per quanto possa sembrare strano, Apple Watch non prevede una calcolatrice nella dotazione di serie. A rimediare, torna utile PCalc. Tra quelle valutate, è la più costosa, 9,99 dollari. La completezza delle funzionalità disponibili e la qualità dell’interfaccia la rendono tuttavia una alternativa molto apprezzata.

Un’altra funzione più utile di quanto si possa ritenere a un primo esame, è il registratore vocale. Proprio le caratteristiche di Apple Watch la rendono un’opzione immediata. Grazie a Just Press Record, con la combinazione ideale tra facilità d’uso e risultati dei file registrati, al punto da renderla un download quasi scontato. Apprezzata in particolare la capacità di operare in modo indipendente da iPhone.

Infine, non poteva mancare un gioco a completare il corredo del perfetto utente Watch. La scelta degli esperti Wearable è ricaduta su Rules! Qualcosa in grado sì di intrattenere durante il tempo libero, al tempo stesso capace però di tenere la mente impegnata e allenata, riducendo anche il pericolo di annoiare a lungo andare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *