Dove c’è uno smartphone Crosscall, c’è un’avventura da vivere

A standard di resistenza superiori, modelli come Trekker-X3 combinano sensori e dati

Chiamarlo solo uno smartphone, può apparire estremamente riduttivo. Nonostante l’aspetto non sia poi tanto diverso dal dispositivo tanto diffuso, in realtà Trekker-X3 è qualcosa di più. Uno strumento, al momento buono, pronto a rivelarsi fondamentale per la propria sicurezza o il raggiungimento di un obiettivo fuori dal comune. Per il produttore francese Crosscall, esperto del settore, una nuova sfida con l’apertura anche al mercato italiano.

Gli smartphone sono infatti pensati per adattarsi ad ambienti ostili o imprevedibili e a qualsiasi agente atmosferico. L’intento è però attirare le attenzioni anche di sportivi, avventurieri, viaggiatori e professionisti del settore alla ricerca soprattutto della massima affidabilità.

Trekker-X3 è il modello di punta. Impermeabile e resistente, non disdegna tuttavia la tecnologia più attuale La fotocamera ha infatti un display  da 5’’ Full HD con un sensore da 16 MP. Aspetto particolare, l’applicazione nativa X3-Sensors sfrutta i molteplici sensori integrati per fornire una serie di dati analitici indispensabili nelle attività più estreme.

Distribuito in Italia da ADL American Dataline, ha un prezzo di 579,90. Per chi non vuole spingersi a tanto ma è comunque interessato alle caratteristiche degli smartphone Crosscall, esistono altre due versioni, con caratteristiche meno spinte e quindi anche meno costosi. Trekker- M1 Core da 299,90 euro e Spider-X4 da 109,90 euro.

Pubblicato il: 11 maggio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.