Con Acer e Microsoft la mixed reality insegue la combinazione vincente

La ricerca congiunta apre grandi prospettive con i visori e i giochi di nuova generazione

Più di una Realtà Aumentata finora mai veramente capace di fare presa sul grande pubblico, ad attirare l’attenzione dei produttori hardware e software sono le recenti frontiere della Mixed Reality, vale a dire una maggiore integrazione tra elementi reali e virtuali (più attraente della semplice sovrapposizione) in modo da formare scenari più omogenei e verosimili.

Forte dell’esperienza nel settore dei dispositivi destinati al gaming, Acer crede molto in questa prospettiva e in occasione del recente next@acer di New York ha mostrato per la prima volta al pubblico una demo di Windows Mixed Reality con il proprio visore Windows Mixed Reality.

Per i più esigenti tra i presenti, è possibile provare anche il visore per la realtà virtuale StarVR, caratterizzato da un campo visivo vicino a quello naturale e definizione più elevata. I partecipanti hanno potuto sperimentarne le qualità con il gioco John Wick Chronicles VR, completo di fucili realistici e full motion tracking.

Nel progetto l’azienda di Taiwan sta investendo forte, in una stretta collaborazione con Microsoft. Sul palco infatti, anche  il pioniere della realtà virtuale Mark Bolas, Director of program management, Windows mixed reality della casa di Redmond.

La presenza è stata utile per condividere con il pubblico il modo in cui la piattaforma sia in grado di unire mondi fisici e digitali per produrre nuovi ambienti. In questi ambienti, il fisico e il digitale coesistono e interagiscono tra loro per consentire un nuovo modo di sfruttare la tecnologia. Combinando l’universo fisico e quello digitale, basato su bit e logica digitale, viene meno la necessità di restare ancorati a un computer, telefono o schermo televisivo come è stato finora.

Ora, la priorità è fornire i kit di sviluppo per Windows Mixed Reality, aiutando i progettisti a sfruttare tutto il potenziale della nuova piattaforma. Tanti di loro risultano già al lavoro, nell’intento di arrivare puntuali alla presentazione ufficiale prevista per fine dell’anno con un’offerta completa utile a far comprendere le potenzialità di questa nuova fascia di mercato.

Pubblicato il: 5 maggio 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.