Grandi e piccoli, alla fiera del wearable si progetta insieme il futuro

Crescono partecipazione e interesse al Wearable Technology Show, già pronto per l’edizione 2018

Quanto siano al momento azzardate le previsioni pronte a sancire un rapido declino per il mondo wearable è stato dimostrato nei giorni scorsi da uno dei più importanti appuntamenti internazionali del settore. La quarta edizione del Wearable Technology Show, a Londra il 13 e 14 marzo scorsi, ha registrato la partecipazione di 5.035 operatori del settore, 3% in più rispetto allo scorso anno. Cifre solo all’apparenza piccole, segnale di un interesse in crescita per le proposte dei 109 espositori in arrivo da oltre 20 Paesi.

Un bilancio positivo anche per l’organizzazione, pronta a confermare l’appuntamento per il prossimo anno, sempre nella capitale inglese, e sempre il 13 e 14 marzo 2018. Prima di questo però, l’appuntamento per gli addetti ai lavori è per autunno negli Stati Uniti.

Oltre a una serie di annunci di prodotto, la rassegna ha assegnato anche diversi riconoscimenti. Interessante come tra i premiati si trovino sia i grandi nomi della tecnologia, tra cui Epson, Google, Apple, Snapchat, sia a start-up innovative come Realwear, Petcube and Proximie.

“I premi della manifestazione diventano sempre più importanti e ambiti ogni anno – sottolinea ha commentato John Weir, COO di Wearable Technology Show -. Più di 400 aziende hanno partecipato nel 2017, rendendolo uno dei più riconoscimenti tecnologici più ricercati”

Uno di questi, Best AR/VR Technology Platform, è stato assegnato a Epson, per gli smartglass Moverio.  La motivazione riconosce l’apparato come “una soluzione leggera e robusta, anche con l’applicazione per il controllo dei droni. Gli occhiali sono dotati di una batteria che dura a lungo e offrono la migliore soluzione per le aziende che intendono adottare la realtà aumentata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.